Ultimate stamattina le operazioni di bonifica, in località Petraria, del sito sul demaniale marittimo adibito a deposito incontrollato di rifiuti, principalmente amianto, a ridosso del sentiero che conduce alla vicina omonima spiaggia, da una ditta che opera in tutta la Sicilia, nel campo delle bonifiche da amianto (eternit) nel rispetto delle normative vigenti.

L’opera di rimozione e risanamento erano già state annunciate dal primo cittadino stefanese, Francesco Re, qualche giorno fa. Dal sito istituzionale del Comune di Santo Stefano, con l’adozione di un’opposita ordinanza, e tramite l’ausilio del social Facebook,  il Sindaco informava i cittadini di aver tempestivamente incaricato una ditta specializzata, la Nuova Pulisan Sud, di procedere alla bonifica del sito contaminato ed alla conseguente rimozione delle lastre d’amianto rinvenute

Al tempo stesso il primo cittadino della Città delle ceramiche, d’intesa ed in strettissima collaborazione con la delegazione di LOCAMARE di Santo Stefano di Camastra, comunicava di aver provveduto, nelle more dell’effettuazione dei lavori richiesti, a perimetrare l’area ed ad informare l’autorità giudiziaria per quanto di sua competenza.

Leggi anche:  Santo Stefano, grande successo lo spettacolo “Mamma mia che tata da sballo”