Questa mattina, nei locali antistanti la Villa Comunale di via Umberto I, messi a disposizione dall’amministrazione comunale di Santo Stefano di Camastra, si è svolta la cerimonia di inaugurazione della nuova sede della sezione di Santo Stefano di Camastra dell’Associazione Nazionale Carabinieri in congedo, alla presenza del Prefetto di Messina, D.ssa Maria Carmela Librizzi, del Colonnello Lorenzo Sabatino, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Messina, e delle massime Autorità civili e militari della Provincia, nonché degli alunni degli istituti comprensivi di Santo Stefano di Camastra e di numerosi cittadini della Città delle Ceramiche.

La sezione è stata intitolata alla memoria del Carabiniere Lorenzo Farina decorato di Medaglia di Bronzo al Valor Militare, originario di Santo Stefano di Camastra ed alla cerimonia odierna ha partecipato suo nipote, Tenente dei Carabinieri in congedo Andrea CERNIGLIA, Presidente dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Termini Imerese.

Il taglio del nastro inaugurale della nuova sede della sezione dell’Associazione Nazionale Carabinieri, è stato preceduto dal saluto del Sindaco di Santo Stefano di Camastra, Francesco Re, che ha testimoniato il legame del territorio con l’Arma dei Carabinieri “in servizio ed in congedo” e da quello del Prefetto di Messina, Maria Carmela Librizzi, che ha evidenziato come la presenza sul territorio di un’Associazione di Carabinieri in congedo costituisca un valore aggiunto per la comunità, contribuendo a creare socialità ed alimentando lo spirito di solidarietà.

Infine, ha preso la parola il Comandante Provinciale, Colonnello Lorenzo Sabatino il quale, dopo aver ringraziato le Autorità presenti, tra cui i Sindaci del comprensorio, l’Amministrazione comunale e la comunità di Santo Stefano di Camastra, nonché la nutrita rappresentanza di militari dell’Arma in congedo, ha evidenziato il vincolo indissolubile che lega i Carabinieri in congedo all’Arma, sottolineando come l’Associazione Nazionale Carabinieri sia impegnata anche nel volontariato, per il perseguimento di finalità assistenziali, sociali e culturali, e ciò costituisce la naturale continuazione del percorso di vita di tanti militari che, lasciato il servizio attivo, continuano a riconoscersi nel patrimonio di valori etici e morali dell’Arma Benemerita e a fornire il proprio contributo alla collettività.

Al termine della breve cerimonia è stata scoperta una targa commemorativa in memoria del Carabiniere M.B.V.M. Lorenzo Farina, benedetta dal Cappellano Militare Don Rosario Scibilia. Il Carabiniere Lorenzo Farina, nato a Santo Stefano di Camastra il 23 gennaio 1902 e morto il 10 novembre 1978 a Barcellona Pozzo di Gotto, è stato decorato di Medaglia di Bronzo al Valor Militare con la seguente motivazione:

“Di notte, alle dipendenze del proprio comandante di Stazione ed in compagnia di altro militare si recava in località di campagna distante 5 chilometri dalla sede per ricercare cinque sconosciuti armati e bendati dei quali era stata segnalata la presenza e, sorpresili mentre assaltavano la casa di un possidente per rapinarlo impegnava con essi conflitto a fuoco, ferendone due, uno dei quali mortalmente.  Caprileone (Messina) 21 marzo 1927.”

Leggi anche:  Premio Speciale Orione al Nucleo Operativo dei Carabinieri di Santo Stefano di Camastra