La notizia era nell’aria, ma adesso è giunta anche l’ufficialità. Dopo i lavori del tavolo tecnico Regionale presso l’Assessorato dell’Istruzione e della Formazione Professionale, con decreto del 25 gennaio 2019 e l’approvazione del piano di  dimensionamento e razionalizzazione  della rete scolastica in Sicilia, l’Istituto Comprensivo di S. Stefano di  Camastra mantiene la propria autonomia. 

Grande soddisfazione per la dirigente scolastica, la dottoressa Giovanna Di Salvo, che ha lottato da sola contro tutti per difendere questa autonomia. “Un grande risultato – commenta la dirigente – dopo aver condotto questa battaglia nell’interesse supremo del bene pubblico, in quanto perdere l’autonomia dell’Istituto Comprensivo sarebbe stata una “sconfitta con disonore” per tutta la comunità stefanese”.

Malgrado ciò, la grande caparbietà che ha contraddistinto la DS Giovanna Di Salvo nel portare avanti le proprie ragioni, a difesa di questa istituzione scolastica, ha avuto il suo lieto epilogo, anche quando alcuni addetti ai lavori denotavano un certo scetticismo  per la conferma dell’autonomia del Comprensivo. Giunto il felice epilogo su questa vicenda, la dottoressa Di Salvo attraverso un comunicato all’utenza ha voluto ripercorrere le fasi salienti che hanno caratterizzato questo cammino.

Dopo vari passaggi, durante i quali, il DS dell’I.C. di S. Stefano di Camastra ha sempre chiesto il diritto di essere riconosciuto come Istituto posto in territorio montano, avanzando ripetutamente delle istanze all’Ufficio Scolastico Regionale, alla fine di giugno 2018, l’Assessorato al Territorio e Ambiente  informava l’U.S.R. che all’Istituto Comprensivo di S. Stefano Camastra spetta legittimamente il mantenimento dell’autonomia. Questa battaglia ha avuto il suo epilogo sulla titolarità di questo istituto nel decreto del 25 gennaio 2019, dentro la quale vi era racchiusa tutta la nuova organizzazione scolastica regionale, in cui l’I.C. di S. Stefano di Camastra veniva riconosciuto Autonomo, e verosimilmente avrà diritto a partire dal 1 settembre 2019 ad avere la titolarità anche di un DSGA.

Leggi anche:  Santo Stefano e Tusa tra i comuni siciliani alla parata del 2 giugno