Il gruppo di minoranza Impegno e Maggiore Impegno, con una nota indirizzata al Presidente del Consiglio di Santo Stefano di Camastra Marila Re, ha chiesto la convocazione urgente del Consiglio Comunale per sapere  se l’amministrazione comunale ha già predisposto la documentazione necessaria per l’adesione alla rottamazione dei debiti che riguardano le tasse comunali.

Considerato, che dopo varie sedute consiliari dove  è stato discusso l’argomento, non si è riusciti a trovare una intesa, tenuto conto che non si percepisce alcun segnale in merito alla predetta rottamazione, per questo i consiglieri di minoranza chiedono di fare chiarezza anche perché è il momento di agire, ma bisogna fare in fretta, in quanto bisogna cogliere l’opportunità offerta dal Governo, che rimette alle amministrazioni locali la scelta di agevolare o meno i propri cittadini. 

La palla adesso passa al consiglio comunale chiamato ad adottare un apposito regolamento che ne stabilisca le procedure, e per fare ciò, bisogna dare un’accelerata, in quanto i termini previsti dal decreto sono molto ristretti, per questo, una amministrazione attenta e responsabile  non può ignorare questa opportunità poiché agevola sia i cittadini debitori che potranno così sistemare la propria posizione  con notevole  sgravio delle spese, sia le casse dell’ente, oramai in grave sofferenza per i mancati introiti.

Sull’argomento abbiamo sentito l’assessore ai tributi Fausto Pellegrino, il quale ha dichiarato: “Per quanto ci riguarda noi siamo pronti ad adottare tutte le misure necessarie per recuperare le somme sui servizi erogati alla cittadinanza, anzi per venire incontro alla gente abbiamo altre strategie nell’interesse dei cittadini”.

Leggi anche:  Chiusura punto nascite di Cefalù, appello dei presidenti della Valle dell’Halaesa