E’ stata un’edizione di Buongiorno Ceramica sotto tono quella che si svolta a Santo Stefano di Camastra. La mancanza di fondi infatti ha in parte bloccato l’attività organizzativa per questo annuale appuntamento di richiamo nazionale. Però l’assessore all’artigianato Fausto Pellegrino ha voluto portare avanti l’iniziativa che ha visto il coinvolgimento delle scuole locali, il Liceo Artistico Ciro Michele Esposito e l’Istituto Comprensivo, che, con i loro alunni, hanno dato vita ad una bella esperienza vedendoli come protagonisti all’iniziativa “La mia cozza”, e nella dimostrazione della cottura “Raku”.

Nel corso degli incontri che si sono tenuti nella sala conferenza del Mudis, il Museo diffuso stefanese, e nel giardino adiacente, i ragazzi hanno avuto modo di visionare un video virtuale con un apposita lente “La pigna al tornio”, in modalità 3D. Inoltre, attraverso l’organizzazione di un workshop, i ceramisti presenti hanno gettato le basi per la creazione di una serie di eventi che possano caratterizzare la loro attività, come potrebbe essere l’Inceramicata Stefanese, una bella iniziativa che in un recente passato ha riscosso tanto successo, e che adesso si vuole riproporre con i dovuti accorgimenti per migliorarla ulteriormente. I ceramisti presenti si sono detti disponibili a collaborare con l’amministrazione comunale affinché si possano portare avanti iniziative utili alla crescita e alla valorizzazione del comparto ceramica, oltre allo sviluppo dal punto di vista turistico.

Leggi anche:  Santo Stefano, minoranza chiede convocazione urgente del Consiglio