Sono circa 530 mila gli euro assegnati, attraverso un bando pubblico, ai 19 comuni siciliani che hanno creduto di realizzare scuole degli antichi mestieri e delle tradizioni popolari. Sette comuni destinatari del finanziamento sono della provincia di Messina. Unico comune dei Nebrodi, ad aver partecipato all’avviso pubblico, Galati Mamertino, con il progetto per la realizzazione della scuola, “Itinerari dei Cantastorie di ieri e di oggi”, per il quale sono stati stanziati 15 mila euro.

La somma messa a disposizione nel bando per l’avviamento e la promozione per l’avvio delle Scuole era pari a 750 mila euro. Il residuo di 223.393,43 euro, per la mancata partecipazione all’avviso pubblico da parte dei Comuni, non potendo più essere utilizzata per l’impegno predetto, costituirà economia di bilancio. L’interlocutore sarà l’Assessorato regionale ai Beni Culturali ed all’Identità Siciliana che suddividerà la somma mediante mandato diretto, di una prima quota pari all’80% della somma spettante. I Comuni destinatari del contributo per l’ottenimento del saldo, pari al 20%, dovranno presentare entro 60 giorni dall’ultimazione del programma, il rendiconto delle spese effettuate.

Leggi anche:  Operazione Concussio, carabinieri setacciano appalti del Comune di Mistretta