martedì - 21 novembre 2017
 
x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Circa duecento sono stati i bambini visitati

“Sight for kids”, grande successo per l’iniziativa del Lions Club Sant’Agata

0
condivisioni

Grande successo per l’iniziativa del Lions Club di Sant’Agata Militello “Sight for kids: i Lions per lo screening visivo dell’infanzia”. Circa duecento sono stati i bambini visitati. Il locale sodalizio di servizio, presieduto dalla professoressa Elena Franzone, aderendo ad una service nazionale, ha effettuato negli istituti scolastici della città, screening gratuiti,  per prevenire nei bambini, da 0 a 4 anni, la patologia dell’occhio pigro cosiddetta “ ambliopia”.

A tale scopo preventivo, sono stati controllati duecento piccoli alunni , dalla dottoressa Maria Luisa Monteleone, ortottista,  e dall’oculista Salvatore Amata, alla presenza della presidente Franzone e della segretaria Lions, Carmen Mancuso coadiuvati da soci ed affiancati dai Leo di Capo d’Orlando.

“Il trenta  per cento del campione esaminato – afferma l’ortottista Monteleone – non ha riportato nessun problema, ma come indicano le buone regole della prevenzione, si è comunque consigliato un ulteriore approfondimento. Il diciassette per cento ha riportato problematiche riconducibili all’ambliopia. A questi bambini verrà fatta al più presto opportuna comunicazione,  la restante parte non ha riportato nessun problema. I controlli sono stati compiuti con un’apparecchiatura molto sofisticata denominata 2Win (refrattometro-schiascopio portatile)”.

Grande soddisfazione per il buon esito della campagna preventiva  è stato espresso dalla presidente Elena Franzone: “I bambini sono stati sottoposti a misurazione della vista e controllo della visione binoculare, coinvolti gli alunni delle scuole dell’infanzia degli istituti comprensivi “Marconi” e “Cesareo” ed i piccoli dell’istituto Zito e  British College, il controllo è stato esteso anche alle classi di  Militello Rosmarino ed Alcara Li Fusi”.

da sinistra nella foto Carmen Mancuso, Costanza Caliò, Elena Franzone e Maria Luisa Monteleone, con alcuni dei piccoli sottoposti a screening

Leggi anche:  Zone franche montane, la legge impantanata all'Ars
0
condivisioni

Commenta con Facebook

Login Digitrend s.r.l