venerdì - 15 dicembre 2017
 
x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Indosseranno tutti la maglia rosa

“Tappa della Legalità” sui Nebrodi, oltre 100 ciclisti amatoriali sulle strade del Giro

0
condivisioni

Oltre cento ciclisti amatoriali, ma il numero del gruppo è destinato ad aumentare con l’adesione degli appassionati dell’andare in bici, martedì parteciperanno alla manifestazione cicloturistica denominata “Tappa della Legalità”, percorrendo un tratto di strada di 33 chilometri, precedendo di circa quattro ore il transito della carovana dei ciclisti professionisti del “Giro d’Italia” che animeranno la quarta tappa della “corsa centenaria”, con partenza da Cefalù ed arrivo a Rifugio Sapienza Etna, attraversando il suggestivo territorio dei monti Nebrodi.

I ciclisti amatoriali indosseranno maglia rosa, del “Giro”, etichettata appositamente per la manifestazione, e partiranno dalla piazza della sede della presidenza del Parco dei Nebrodi per poi inerpicarsi nella strada in salita (SS289) attraversando il centro abitato di San Fratello (metri 667 slm), e raggiungere località Fontana Casello Muto, al chilometro 28,400, dove tutti i partecipanti in bici, insieme daranno vita ad unica volata nelle vicinanze del luogo dove lo scorso anno (18 maggio 2016) ignoti malfattori hanno messo in atto il vile attentato al presidente del Parco, Giuseppe Antoci, ed alla scorta dei poliziotti, tutti scampati al pericoloso agguato.

Questa iniziativa mi commuove” – commenta Giuseppe Antoci – “e fa capire che la strada della legalità è l’unica percorribile., questa in bici, con l’arrivo in un luogo che deve rappresentare un  simbolo di libertà e di vittoria dello Stato e non invece un luogo da ricordare per un attentato mafioso”.

Ciclisti amatoriali e appassionati della bici, rifocillatisi si trasferiranno ancora più in alto percorrendo circa sei chilometri e raggiungere Passo Femmina Morta (metri 1524 s.l.m.), dove è posto il primo traguardo della montagna della tappa (vetta classificata di 2^ categoria) ed assistere al passaggio ( previsioni poco prima delle ore 14,30) dei ciclisti professionisti e della carovana rosa. A promuovere l’iniziativa, patrocinata dall’ente Parco dei Nebrodi e concordata dagli organizzatori del “Giro” del centenario, il veterano della bici Giovanni D’Atri, impegnato a coinvolge altri appassionati a condividere la giornata unendosi al gruppo amatoriale, invitandoli a telefonare al numero 3807560363

Nella foto (dragotto), il gruppo dei ciclisti amatoriali che indossano la “maglia rosa” con cui parteciperanno alla “Tappa della Legalità”

Leggi anche:  Galati, l'ipocrisia che uccide l'incubatore dei Nebrodi
0
condivisioni

Commenta con Facebook

Login Digitrend s.r.l