La “Madonna col Bambino dormiente” torna a Naso. Dopo circa cinque mesi, durante i quali è stata esposta a Palazzo dei Normanni all’Ars a Palermo, in occasione della mostra “Pittori fiamminghi in Sicilia”, l’opera pittorica ascrivibile all’artista fiammingo Joos Van Cleeve, risalente ai primi decenni del ‘500, è tornata nella sua originaria collocazione: il Museo d’Arte Sacra di Naso, ubicato nelle sale sottostanti il Tempio di San Cono.

L’opera era stata infatti prelevata dal Museo, a fine marzo e trasferita, con sistemi sofisticati di sicurezza, nel capoluogo siciliano, affinché venisse esposta nella mostra, allestita in occasione delle iniziative correlate all’elezione di Palermo a Capitale della Cultura 2018. Pochi giorni fa l’opera è stata restituita alla comunità di appartenenza, appena in tempo per i festeggiamenti dell’1 settembre del patrono di Naso, San Cono Abate.

Leggi anche:  Beni culturali immateriali, le risorse sottovalutate della Sicilia