La Guardia Costiera – Capitaneria di Porto di Sant’Agata Militello, al comando del Tenente di Vascello (CP) Michele Rossano, ha sequestrato diverse aree demaniali marittime, per una superficie complessiva di 1200 mq, ricadenti nel litorale costiero del Comune di Torrenova, all’interno della quale erano presenti prevalentemente materiali edili ed in particolare amianto, quest’ultimo particolarmente pericoloso per la salute umana.

Tra questi è stata anche rinvenuta anche una rete di tipo derivante, cosiddetta spadara, di circa 2000 metri di lunghezza, il cui utilizzo è severamente vietato dalle vigenti normative poste a tutela della biodiversità marina. L’intera area, utilizzata difatti come una vera e propria discarica abusiva a cielo aperto, oggetto di un’apposita informativa di reato inoltrata alla competente Autorità Giudiziaria, grazie alla fattiva e sinergica collaborazione con la locale Amministrazione comunale, nei prossimi giorni sarà interessata dai lavori di bonifica necessari a restituirla alla pubblica e sicura fruizione dei cittadini.

Leggi anche:  Torrenova soffre ma rimonta, Orlandina sconfitta 84-75