Finanziata dalla Regione Siciliana, per un importo complessivo di 53 mila euro, l’esecuzione delle indagini diagnostiche e delle verifiche tecniche per la valutazione del rischio sismico degli edifici scolastici del Comune di Troina. 

L’amministrazione comunale, nel dicembre scorso, aveva predisposto ed avanzato richiesta di contributo, partecipando al bando, emanato dal Dipartimento dell’Istruzione e della Formazione Professionale, che mette a disposizione degli enti locali risorse economiche per la mappatura del rischio sismico delle scuole, nell’ambito delle azioni previste dal PO FESR Sicilia 2014/2020, cofinanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR).

Le indagini ammesse a finanziamento, saranno effettuate nei 5 plessi scolastici di “Scalforio” (7 mila 300 euro), “Borgo” (13 mila 800 euro), “Mulino a vento” (24 mila euro), Parapià (3 mila 200 euro) e “San Michele” (5 mila euro).

“La sicurezza delle nostre scuole – dichiarano il sindaco Fabio Venezia e l’assessore alla pubblica istruzione Carmela Impellizzeri – , è una delle priorità dell’azione amministrativa. Siamo soddisfatti di questo finanziamento per l’esecuzione delle verifiche sismiche degli edifici scolastici, che rappresenta un altro passo avanti, nel percorso già avviato in questi anni, di dare al mondo della scuola l’attenzione che merita”.

Leggi anche:  Troina riconferma Venezia: "Grande vittoria di tutti"