giovedì - 14 dicembre 2017
 
x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

2-1 per i rossoblù

Il Troina vince e allunga in classifica ma soffre con l’Isola Capo Rizzuto

0
condivisioni

Nella tredicesima giornata di Campionato, serie D girone I, la sfida Troina-Isola Capo Rizzuto viene vinta dai padroni di casa per 2-1. Il match vedeva scontrarsi a viso aperto la prima della classifica contro l’ultima; una gara dove in palio non c’erano solo i 3 punti ma, anche, tanta voglia di vincere. Infatti, da una parte il Troina che, ancora una volta, vuole dare prova delle sue grandi capacità, dall’altra l’Isola Capo Rizzuto a cui l’ultimo posto sta stretto.

Nel primo tempo, al 4′ il solito felino Diop colpisce gli avversari e segna il gol dell’1-0. Al 16′ l’Isola Capo Rizzuto risponde con Leto che segna la rete del pareggio, 1-1. Al 27′ Cristiano con un brutto intervento atterra Melillo, ammonizione per il giocatore giallorosso e abbandono del campo per quello rossoblù.Nel secondo tempo, le squadre rientrano in campo con un atteggiamento molto diverso negli intenti. Il Troina vuole vincere, non vuole sprecare tempo e gioca, pressa l’avversario cercando con numerose azioni di trovare la conclusione; l’Isola Capo Rizzuto vuole mantenere il pareggio, non vuole perdere il punto fin qui conquistato, e con molteplici episodi determina pause che fanno perdere minuti di gioco preziosi. Ma, al 96′ Diop firma il gol partita, con la sua doppietta, regala la vittoria ai rossoblù per 2-1. In questa gara il Troina perde Ezequiel Melillo, che dal brutto fallo subito, da Cristiano, ha riportato la frattura della tibia. Tanta l’amarezza, da parte di tutti, per l’episodio accorso in campo. La sensazione comune è che quest’episodio non sia stato frutto di una corretta azione di gioco, ma che sia stata tanta la voglia di far male e colpire duro da parte degli avversari. I rossoblù con i 3 punti guadagnati continuano la loro corsa in solitaria a 32 punti in classifica, a + 8 dalle inseguitrici Igea Virtus e Nocerina, con 24 punti, e + 9 dall’Acireale a 23 punti. La prossima domenica ci sarà il derby con la Santacaldese.

Leggi anche:  Niente da fare per il Troina calcio, Villabiagio vince la Coppa Italia

Mister Giuseppe Pagana nel dopo partita commenta così la gara “come, io, ho sempre detto le partite sono tutte difficili, ogni partita è una storia a se. Oggi la partita sembrava messa sui binari giusti, però poi per una disattenzione abbiamo preso il gol del pareggio e poi da lì è nata una partita strana. Perché loro sono venuti qua per cercare di non farci giocare, giocavano sulle ripartenze, noi non siamo riusciti a raddoppiare e alla fine la partita si è decisa su episodi. Però secondo me, questa è la vittoria più bella perché la più sofferta, perché arrivata all’ultimo secondo e ti da altri punti importanti in classifica contro una squadra che è venuta qui, ripeto, per non farci giocare, però alla fine quello che conta sono i 3 punti. Oggi era la partita dove i 3 punti era più importanti di qualsiasi altra cosa, i ragazzi sono stati determinati perché è vero che la partita è decisa da un episodio, però gli episodi vanno determinati, e i ragazzi fino alla fine hanno creduto tantissimo in questa vittoria e quindi vanno fatti i complimenti a questi ragazzi.”

In merito all’infortunio di Melillo e al comportamento degli avversari in campo, Pagana, dice “la cosa che più mi rammarica è il fatto che Ezequiel si è fatto male, speriamo che non sia nulla di grave, la gamba fa molto male. Si parla di correttezza e scorrettezza, per me le cose più scorrette sono non giocare per venti minuti perché i ragazzi della squadra avversaria, dal ventesimo del secondo tempo, non facevano che buttarsi per terra, un attimo dopo si alzavano quindi questo non è un infortunio, ma è solo una perdita di tempo. Antisportività è che un ragazzo, che ha fatto male a Mellillo, a fine primo tempo si rivolge verso la tribuna e tira fuori la lingua, quella è antisportività. Il fatto che poi i ragazzi si sentono presi in giro in campo, quando viene buttata la palla fuori per perdere tempo, battono il fallo laterale e non restituiscono la palla, quello può essere un segnale per dire agli avversari non perdiamo più tempo perché noi la vogliamo vincere. Quindi da questo punto di vista se c’è stato qualcuno scorretto non siamo stati noi.”

“Noi dobbiamo guardare sempre avanti – prosegue il Mister, – non dobbiamo guardare indietro, il nostro obiettivo è quello di andare a giocare partita dopo partita per cercare di fare più punti possibili. In questo momento abbiamo un buon vantaggio, però questo vantaggio è frutto di questa mentalità, noi non dobbiamo fare calcoli perché non siamo una squadra che deve fare calcoli. Siamo una squadra, la più giovane del campionato, sono i numeri che lo dicono, siamo i primi, siamo i più forti, siamo quelli che giocano il miglior calcio, siamo quelli più sportivi di tutti, con una cornice di pubblico importante, con una società che non sta vivendo un momento, ma sono momenti che durano da tre anni, quindi gli altri vengono qui e dicono è un momento, è un momento, io sono contento per loro che pensano così ma forse è meglio guardare a casa propria che guardare a casa nostra, anche perché casa nostra è molto bella.”

Il goleador Modou Diop nel dopo gara racconta “è stata una partita non delle migliori, abbiamo giocato così così, però per fortuna siamo riusciti a portare i 3 punti a casa, quello che contava. È stata una gioia indescrivibile, veramente, è stato bellissimo. Dal risultato sembrava una partita così così, però poi è stata veramente dura, dura. Nell’intervallo il mister ci da sempre la carica giusta, sempre con tranquillità, e siamo riusciti a risolverla per fortuna, però l’importante i 3 punti, poi non si può sempre giocare bene, però siamo riusciti a risolvere. I miei obiettivi personali sono di vincere con il Troina, poi i gol se arrivano ben volentieri; però ringrazio soprattutto la squadra che mi mette in condizioni di fare quello che sto facendo e anche il mister, e tutti.” “Dedico questa doppietta – prosegue Diop,- alla mia famiglia e a Melillo che si è fatto male, speriamo che non ha niente di grave, perché è un giocatore per noi fondamentale.”

0
condivisioni

Commenta con Facebook

Login Digitrend s.r.l