Dovranno rispondere di truffa aggravata in concorso, Cristian Visicaro e Alessandro Favara, i due pluripregiudicati di Carlentini, Siracusa, arrestati nel pomeriggio di ieri dai carabinieri della stazione di Longi.

I due, sedicenti membri di un’associazione benefica, sono stati sorpresi dai militari dell’Arma mentre si facevano consegnare, da un’anziana, una somma di denaro in contanti. Gli uomini a disposizione del maresciallo Gennaro Auricchio appostati, a seguito di una segnalazione da parte un cittadino che aveva notato il fare sospetto dei due forestieri, bloccano i sospettati in Corso Umberto e li conducono in caserma dove, da lì a poco, gli inquirenti svelano l’identità dei due malviventi ed accertano che i soggetti fermati, in realtà, non fanno parte di alcuna O.N.L.U.S.

Mediante artifizi e raggiri, i due, approfittando dell’età avanzata delle signore del luogo, si facevano consegnare del denaro contante quale contributo per le presunte attività di solidarietà sociale. I due, non nuovi a tali deplorevoli atti criminali, venivano, successivamente, ristretti presso le camere di sicurezza della stazione Carabinieri di Longi in attesa dell’udienza di convalida, davanti al Tribunale di Patti.

Leggi anche:  Incendio a Saponara, condannati due piromani