Una convenzione per realizzare collaborazioni finalizzate alla crescita economico-sociale-culturale di Ucria. E’ lo scopo dell’intesa fra l’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Vincenzo Crisà, e la “Fondazione prof. Aurelio Rigoli – Centro Internazionale di Etnostoria”, costituita e presieduta da Aurelio Rigoli, professore emerito dell’università degli studi di Palermo.

Grazie alla convenzione tra i due enti la fondazione, attraverso il Polo Museale esistente nel piccolo comune nebroideo comprensivo di quattro musei (il Museo Etnostorico dei Nebrodi “Antonino Gullotti”, il Museo Pedagogico delle Arti e Creatività Giovanile, Museo Tipologico delle Arti Tradizionali di Sicilia e il Museo della Carta Pesta “Maschere Etnologiche e Presepe Giampistone”) più l’esposizione permanente del grande mosaico “Due mondi a confronto” del maestro Nico Nicosia, logo dello stato italiano per le celebrazioni colombiane del 1992, si impegna a destinare al Comune costante consulenza scientifica sulle proposte che l’Ente vorrà porre in atto relativamente a servizi culturali che riterrà di utilità per l’intera comunità, progettando scientificamente e dirigendo ogni possibile corso di formazione o aggiornamento.

Il professor Rigoli, nato ad Ucria, è il presidente del settore istituti culturali del consiglio nazionale beni culturali e ambientali, in rappresentanza degli atenei d’Italia, ed è stato, per anni, il coordinatore del consiglio regionale siciliano dei beni culturali e ambientali ed ha presieduto la commissione regionale rei (registro delle eredità immateriali) – Unesco, progettandone lo statuto epistemologico e metodologico. Autore di oltre 60 tra pubblicazioni e curatele fra i tanti riconoscimenti nazionali e internazionali, la medaglia d’oro della Presidenza della Repubblica, per i suoi singolari meriti accademici.

Leggi anche:  Ucria, al via la stabilizzazione di 15 lavoratori precari del Comune