Allo stadio comunale “Sant’Antonio” di Isola di Capo Rizzuto, la sfida Isola Capo Rizzuto – Troina è stata vinta dai siciliani per 1-0. La trentesima giornata di Campionato di serie D, girone I, ha visto il Troina, capolista, battere il fanalino di coda della classifica, l’Isola Capo Rizzuto. Troina che continuare a sedere in vetta alla classifica con Nocerina e Vibonese, in un campionato ricco di suspense e con un finale che si prospetta al cardiopalma a 4 gare dalla fine.

Nel primo tempo, al 28′ Vazquez mette in rete la palla dal dischetto degli 11 metri e porta il Troina in vantaggio. Nel secondo tempo, a pochi minuti dal fischio finale i giallorossi sono andati vicini al gol del pareggio.
Per i rossoblù, ancora una volta, incisivo è stato l’attaccante argentino Federico Nahuel Vazquez.

Unitalsi Isola Capo RizzutoPrima dell’inizio della gara, sono scesi, in campo per sostenere i padroni di casa i ragazzi della Sottosezione Unitalsi di Isola Capo Rizzuto, accompagnati dai volontari, “non conta la classifica – il commento della Società calabrese, – ci basta l’amore di questi ragazzi accorsi oggi al campo per sostenerci nonostante tutto!”; la sottosezione Unitalsi dal canto suo ringrazia per l’accoglienza “grazie a voi F. C. Isola Capo Rizzuto perché dove c’è lo sport c’è amicizia, unione e condivisione! I ragazzi si sono divertiti e a noi importa che loro siano felici!”

A fine gara, invece, gli immancabili ultras del Nucleo Imakera hanno salutato i loro beniamini intonando il coro “sarò con te, e tu non devi mollare, abbiamo un sogno nel cuore, Troina sarai campione”

Con questa vittoria il Troina resta in vetta alla classifica a 64 punti, insieme a Nocerina e Vibonese; seguono Igea Virtus e Ercolanese a 54 punti.
La prossima sfida, domenica 15 aprile, vedrà al “Silvio Proto” di Troina il derby con la Sancataldese.

Leggi anche:  Cestistica Torrenova vede i "play-off", battuto il CUS Palermo

Mister Giuseppe Pagana nel dopo partita commenta così la prestazione dei suoi uomini “la squadra è stata bene in campo dal primo minuto; ha dominato il campo, ha fatto gol e poteva fare anche il secondo gol. Quando queste partite non le chiudi alla fine c’è l’ansia del risultato, perché per noi i 3 punti erano vitali, fondamentali, per continuare a credere nel nostro sogno.
Onore e merito all’Isola Capo Rizzuto, faccio i complimenti a questi ragazzi che nonostante la classifica deficitaria danno tutto in campo, oggi c’era pure caldo.

In qualche episodio noi siamo stati poco lucidi, in altri due è stato bravissimo il portiere, poi noi il caldo lo soffriamo perché noi giochiamo a 1200 m, ieri abbiamo lasciato il nostro paese a 7 gradi, oggi qui non so quanti gradi c’erano, quindi la sofferenza si è sentita, perché i ragazzi sono abituati a temperature invernali; però non deve essere un’attenuante e neanche una scusa. Indubbiamente c’è stata quell’ansia da risultato che ci ha un pochettino bloccato, perché non siamo riusciti a concretizzare le occasioni che abbiamo creato e poi alla fine se l’Isola Capo Rizzuto pareggiava c’era poco da dire.

L’unica cosa, ripeto, c’era l’ansia del risultato però alla fine i 3 punti importantissimi li abbiamo presi e andiamo a casa soddisfatti. Da martedì si inizia a lavorare subito per la prossima partita perché rimangono 4 finali.”

Pagana ringrazia anche la società Isola Capo Rizzuto per l’accoglienza “faccio i complimenti, pure, alla Società per l’accoglienza, tutti dicevano che ci sarebbe stato un ambiente ostile e invece veramente se tutti gli ambienti ostili sono così meglio trovarli: persone per bene, persone che veramente ci hanno accolto alla grande.”

Foto F. C. Isola Capo Rizzuto 

Leggi anche:  “Tappa della Legalità” sui Nebrodi, oltre 100 ciclisti amatoriali sulle strade del Giro