Priolo, il sindaco Pippo Gianni arrestato per concussione


Arrestato, questa mattina, dalla Polizia di Stato il sindaco di Priolo Gargallo, Pippo Gianni. L’accusa sarebbe di concussione. L’indagine è stata condotta dal commissariato di Priolo diretto da Vanessa Sulfaro, dalla Squadra mobile di Siracusa e dal nucleo Mef della Guardia di Finanza di Siracusa. Il primo cittadino, 77 anni, è stato condotto ai domiciliari.

Gianni, deputato regionale dagli anni Novanta, prima con la Democrazia cristiana, poi con il Cdu e infine con l’Udc, è stato assessore regionale all’Industria nel governo di Raffaele Lombardo e per una legislatura anche deputato alla Camera. Dopo aver mancato la rielezione nel 2012 e nel 2017, era tornato sindaco della sua città, Priolo Gargallo, nel 2018, dopo esserlo stato già negli anni Ottanta e Novanta. Alla fine di agosto, poco prima delle elezioni regionali, aveva aderito alla Lega.

Dalla stessa categoria