Denunciati 32 furbetti del Reddito di cittadinanza nel Catanese


La Guardia di Finanza di Catania ha denunciato 32 furbetti del Reddito di Cittadinanza. Accertato un danno alle casse dello Stato per oltre 398 mila euro.

In particolare, i militari della Compagnia di Riposto, grazie alla stretta sinergia e lo scambio informativo con l’Inps, sono riusciti a individuare una platea di persone che presentavano notevoli criticità sul possesso dei requisiti necessari per avere riconosciuto il Reddito di Cittadinanza.

Infatti, le indagini hanno permesso di accertare che 2 indagati non avevano i requisiti per ottenere il beneficio in quanto condannati in via definitiva per associazione mafiosa; altri 10 avrebbero omesso di comunicare di avere nel proprio nucleo dei familiari che sono stati condannati in via definitiva per mafia;
3 indagati non avevano i requisiti per ottenere il beneficio in quanto sottoposti a misura cautelare personale; e altri 17 avrebbero omesso di comunicare di avere nel proprio nucleo dei familiari sottoposti a misura cautelare personale. I trasgressori sono stati segnalati all’Inps per la sospensione del beneficio ed il recupero delle somme erogate.

Foto archivio Guardia di finanza

Dalla stessa categoria