giovedì - 14 dicembre 2017
 
x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Ad essere premiati sono stati dirigenti, giornalisti, calciatori ed allenatori

A Giuseppe Pagana il “Premio Nazionale del Calcio Siciliano”

0
condivisioni

Ieri sera, lunedì 4 dicembre, a Vittoria, nel suggestivo teatro “Vittoria Colonna”, si è svolta la XVIª edizione del “Premio Nazionale del Calcio Siciliano”, tra i premiati l’allenatore dell’ASD Troina Calcio, Giuseppe Pagana.

La manifestazione, ideata dai patron Claudio La Mattina e Fabio Prelati con Rosario Sallemi, con il patrocinio della Presidenza della Regione Siciliana, della F.I.G.C. per concessione del Presidente Carlo Tavecchio e del Comitato Regione Sicilia – L.N.D., per concessione del Presidente Santino Lo Presti, ha visto come cerimonieri della serata Pietro Lo Monaco del Calcio Catania; l´arbitro Paolo Casarin; Sandro Morgana, vice presidente della LND; Michele Cavarretta, presidente regionale AIA; Carlo Verna, presidente degli Ordini dei giornalisti; Angelo Russo, attore che interpreta l’agente Catarella nella fiction il Commissario Montalbano, e Romina Mosse, madre natura a Ciao Darwin 2016. Hanno condotto l’evento Mikaela Calcagno, Mercedesz Henger e Sasà Salvaggio.

La giuria, composta da arbitri, allenatori, calciatori, giornalisti e presieduta dal giornalista Franco Anastasi, ha assegnato alle diverse categorie, afferenti al calcio professionistico e dilettantistico, 26 premi per i traguardi raggiunti nel corso della scorsa stagione agonistica.

Ad essere premiati sono stati dirigenti, giornalisti, calciatori ed allenatori. Tra questi per la Categoria Allenatori: Davide Nicola, del Crotone; Marco Baroni, del Benevento; Francesco Cozza, della Sicula Leonzio e Giuseppe Pagana, del Troina. Il premio alla memoria di “Rosario La Mattina”, scomparso il 4 agosto 2015 e pioniere degli allenatori nel Vittoria Calcio, è stato assegnato alla categoria allenatori ed è andato a Cristiano Lucarelli, allenatore del Calcio Catania.

Per i Calciatori: Horacio Spinelli, del Siracusa; Andrea D´Amico della Sicula Leonzio; Gabriele Ferla , dell’Acireale, quale portiere minor battuto dei due gironi di Eccellenza e Antonio Cannavò, attaccante del Milazzo, come miglior realizzatore di gol con 23 dei due gironi di Eccellenza. Inoltre, il 15° premio alla memoria del calciatore “Giorgio Di Bari” è stato assegnato a Francesco Lodi, centrocampista del Calcio Catania.

I premi alla Carriera per la Categoria Arbitri Nicola Rizzoli; per la Categoria Calciatori a Federico Balzaretti, Beppe Furino e Claudio Sala; per la Categoria Giornalisti ad Alberto Cerruti e Carlo Sassi.
I Premi giornalisti sportivi 2017 a Filippo Grassia, di Radio Raiuno; Jolanda De Rienzo, di Sportitalia e Michela Persico.

Leggi anche:  Il Troina in vetta alla classifica nonostante il pari con la Vibonese

Il premio alla Carrierra per i giornalisti  è andato ad Alberto Cerruti e Carlo Sassi. Invece per i giornalisti sportivi 2017, sono stati premiati, Filippo Grassia, di Radio Raiuno; Jolanda De Rienzo di Sportitalia e Michela Persico.

I Premi per i Dirigenti: “Premio Dirigente Italiano 2017” a Giuseppe Leonardi, presidente della Sicula Leonzio; “Premio Dirigente Federale 2017” a Santino Lo Presti, presidente del Comitato Regionale Siciliano ed il “Premio Speciale Dirigente Federale 2017” a Gabriele Gravina, presidente della Lega Pro. A Christian Argurio, del Calcio Catania, il “Premio Speciale Dirigente Sportivo”.
Premiata anche la “Categoria Arbitri” con Paolo Tagliavento, CAN A; Luigi Pillitteri, CAN C, e Martina Bovini, Can D.

“Questo premio è una bella soddisfazione – commenta Giuseppe Pagana, raggiunto da Nebrodi News -, perché per chi fa questo lavoro ricevere un premio ti gratifica, poi soprattutto per un allenatore è bello perché alla fine è la vittoria di un gruppo. È un premio che va riconosciuto con: i compagni della squadra, che sono i ragazzi; con la dirigenza e con il Presidente, che si mette sempre a disposizione e mi fa stare bene per poter lavorare. Quindi condivido questo premio con loro e spero che sia solo l’inizio di una lunga serie, perché se mi premieranno per due, tre anni consecutivi vorrà dire che il Troina andrà sempre avanti, perchè la mia vittoria è legata a Troina, non solo per la squadra ma per mia figlia e quindi spero e penso che sarà un lungo cammino fatto insieme con il Troina”. “Dedico questo premio – prosegue mister Pagana -, a tutti quelli che mi vogliono bene e mi sostengono, alla mia famiglia, a mia figlia Ginevra e al Presidente”.

0
condivisioni

Commenta con Facebook

Login Digitrend s.r.l