Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere, davanti al Gip del Tribunale di Patti Ugo Domenico Molina in sede di interrogatorio di garanzia, il 44enne Angelo Perdicucci e il 38enne Carmelo Drago, arrestati martedì dai carabinieri a Brolo con le accuse di rapina pluriaggravata in concorso e lesioni personali pluriaggravate in concorso.

I due, che si trovano rinchiusi nel carcere di Barcellona Pozzo di Gotto, hanno preferito fare scena muta davanti allo stesso giudice che ha firmato l’ordinanza di custodia cautelare a loro carico e al legale di fiducia, l’avvocato Decimo Lo Presti. Il provvedimento restrittivo è scaturito da un’intensa attività di indagine sviluppata nell’immediatezza del fatto dalla Compagnia dei carabinieri di Patti, al comando del capitano Marcello Pezzi, coordinata dal sostituto procuratore di Patti Alice Parialò, i cui esiti hanno consentito di ricostruire l’azione criminale dei due rapinatori che, poco dopo la mezzanotte del 24 settembre scorso, a viso coperto e previa effrazione di una finestra del pian terreno, si erano introdotti all’interno dell’abitazione di un’anziana 90enne nel pieno centro storico di Brolo. 

Leggi anche:  Torrenova, sequestrate discariche abusive di rifiuti pericolosi