Continua a far discutere la direttiva del direttore generale dell’Asp 5 di Messina Paolo La Paglia la quale prevede che dal primo dicembre tutti i medici del 118 dovranno svolgere esclusivamente 38 ore settimanali, osservare il fermo di 12 ore di riposo e non dovranno più dare manforte nei pronto soccorsi degli ospedali.

Una scelta, quella del Direttore generale, che rischia di mandare in tilt qualche Pronto Soccorso dove molti turni sono coperti dai medici in servizio presso il Servizio Urgenza Emergenza Sanitaria 118 e privare le ambulanze  (quelle medicalizzate) dell’assistenza medica, qualora il personale medico avrà completato le 38 ore settimanali.

La decisione del manager dell’Asp ha provocato una levata di scudi da parte delle organizzazioni sindacali e degli stessi medici i quali rilevano un potenziale aspetto pericoloso a danno dell’utenza, che sono riusciti ad ottenere un incontro con i vertici dell’Azienda Sanitaria Provinciale fissata per il prossimo giovedì 21 novembre, alle ore 12:30, presso i locali della stessa Azienda, in via La Farina. Sulla questione fa il punto il dottore Salvo Campione, medico del 118, del Pronto Soccorso e rappresentante di categoria per i Nebrodi, nella nostra intervista video:

Leggi anche:  Danni da ghiri ai noccioleti: varato piano di contenimento e trasferimento