Raccolta rifiuti momentaneamente sospesa nel comune di Acquedolci. Da stamattina gli operatori della Multiecoplast che gestisce il servizio hanno incrociato le braccia. Sei sarebbero le mensilità arretrate che i nove operatori ecologici avanzerebbero dalla ditta.

A differenza di quanto accaduto in altri comuni, l’esasperazione ha condotto gli operatori ecologici a segni incisivi di protesta, finalizzati all’ottenimento delle spettanze. Ad annunciare l’astensione degli operatori e quindi l’interruzione del servizio di raccolta dei rifiuti era stata la Uil Trasporti di Messina che, in una nota, aveva sollecitato la mancata corresponsione delle mensilità di agosto, settembre, dicembre e la tredicesima per l’anno 2017, oltre agli stipendi di gennaio e febbraio 2018.

Così, questa mattina, partiti dal centro comunale di raccolta, gli operatori si sono spostati davanti al palazzo del comune per la manifestazione di protesta. L’auspicio è che, come successo per il comune di Capo d’Orlando, il sindaco possa impegnarsi in qualità di committente e trovare, di concerto con i sindacati, un accordo per sanare il debito nei confronti dei 9 operatori ecologici nel più breve tempo possibile.

Leggi anche:  Rifiuti: via libera da Roma a ordinanza, riaperte le discariche