Chiaramente ci vorrà un percorso di crescita a livello tecnico e tattico importante, ma la dirigenza della Cestistica Torrenovese ha operato molto bene sul mercato. Per la società siciliana che prenderà parte al prossimo campionato di Serie B di basket, gli acquisti sono stati molto interessanti: andiamo alla scoperta di alcuni tasselli che sono stati aggiunti in estate.

A quali obiettivi potrebbe mirare la Cestistica Torrenovese nella prossima stagione in B? Tanti tifosi se lo chiedono, ma è chiaro che scommettere su una squadra con tanti nuovi innesti non è semplice. Se voleste farlo, esistono tante opzioni sul web: ci sono numerose piattaforme di gambling che offrono delle quote davvero molto interessanti su cui puntare, con un palinsesto estremamente ampio e variegato, sfruttando magari anche qualche bonus senza deposito.

Che colpo sul perimetro: arriva Santiago Boffelli

Tra i più interessanti colpi di mercato della Cestistica Torrenovese troviamo certamente Santiago Boffelli. Si tratta di un’ala, nato nel 1983 a San Vicente, ma naturalizzato italiano. Boffelli è uno di quei giocatori che amano svariare sul perimetro, ed è proprio quei che riesce a esprimere tutte le sue qualità, vista la sua specializzazione come tiratore. In stagione avrà il compito di punire le difese avversarie con la sua precisione dalla lunga distanza.

In effetti, la carriera di Santiago Boffelli non fa altro che dimostrare come il suo ruolo da tiratore puro ha sempre portato in dote un bel bottino di punti. Nel corso della stagione 2017/18, disputata con la maglia di Alba, è riuscito a toccare i 16.5 punti di media, mentre nel suo anno a Scauri ha viaggiato a oltre 18 punti ad allacciata di scarpe. Insomma, si tratta di un giocatore perfetto per questa categoria, dato che la conosce molto bene.

Sempre nel reparto ali, un altro colpo di mercato interessante che è stato messo a segno da parte della Cestistica Torrenova è rappresentato da Ottavio Triolo. Si tratta di un’ala mancina, nato nel 1999, che può contare su un ottimo tiro dalla media, ma anche dalla linea da tre punti. Non solo, visto che tra le sue principali caratteristiche troviamo il fatto di riuscire a mettere grande pressione in fase difensiva e di andare molto intensamente e coraggiosamente a rimbalzo.

Triolo, un giovane talento che arriva da Capo d’Orlando

Leggi anche:  Pallanuoto, Messina scopre il campione montenegrino Klikovac

È uno dei giovani più interessanti che sono stati prodotti dal vivaio di Capo d’Orlando: ha passato con questi colori praticamente tutto il settore giovanile. La sua carriera agonistica, quindi, è partita proprio giocando con l’U18 di Capo d’Orlando, in un doppio tesseramento con la compagine Maurilio Milone.

Nell’annata successiva, ecco che i numeri prodotti da Triolo non passano inosservati e viene aggiunto al roster della Nuova Agatirno. Si tratta di una squadra satellite di Capo d’ Orlando, che ha poi assunto la denominazione di Orlandina Lab. La scorsa stagione, con questa maglia, le sue prestazioni sono state molto interessanti: oltre a produrre 7.2 punti di media a partita, è riuscito a confezionare una straordinaria prestazione da 36 punti, messi a segno nel match contro Acireale.

Particolarmente soddisfatto il presidente della Cestistica Torrenovese, Piero Natoli, che ha sottolineato come l’aggiunta nel roster di Triolo sia stata un ottimo colpo. Si tratta di un giovane talento, in grado però di dare un notevole contributo fin da subito, conscio anche di come potrà sfruttare questa stagione come trampolino di lancio per mettersi in mostra ancora di più per spiccare il volo verso lidi più importanti.