Un finanziamento della Protezione Civile di 400.000 euro per costruire un’elipista inutile alle emergenze dei cittadini. Accade a Capo d’Orlando. In questi anni cittadini e associazioni, hanno denunciato con forza l’inutilità dell’opera in questi luoghi e non sono bastate due interrogazioni parlamentari per fare un po’ di chiarezza.

Attraverso le immagini si possono cogliere le difficoltà per un ambulanza in momenti di pronto soccorso raggiungere l’elipista in mezzo alle onde. È inspiegabile capire come si è arrivati alla scelta di questo terreno, quando in un primo momento era stata progettata nella zona di Pissi, in prossimità dello stadio comunale con ampi spazi e due vie di accesso, la Trazzera Marina e la Consolare Antica.

Leggi anche:  I Nebrodi sperimentano un modello vincente di lotta alla mafia: la sicurezza partecipata