Il 27 giugno a Capo d’Orlando è stato sottoscritto e approvato il primo accordo di Distretto del cibo in Sicilia e il relativo programma. Il distretto Nebrodi-Valdemone diventa una realtà con oltre 250 aziende operanti nelle diverse filiere produttive del territorio. Tanti anche i comuni aderenti, 40, oltre alle organizzazioni professionali, centri di ricerca e di conservazione del germoplasma, GAL, Agenzie di sviluppo, condotte slow food, Proloco. Consapevolezza ed entusiasmo sono state le note caratteristiche della calda assemblea svoltasi nella cornice di Villa Piccolo.

Leggi anche:  Noccioleti, i ghiri si mangiano 50 milioni di euro