Pubblico delle grandi occasioni, ieri pomeriggio, per l’insediamento del nuovo Consiglio comunale di Castel di Lucio che, a dodici giorni dall’esito elettorale, ha ufficialmente visto gli eletti occupare i banchi dell’aula consiliare intitolata a Paolo Borsellino, i quali hanno giurato di adempiere alle proprie funzioni con scrupolo e coscienza nell’interesse del Comune…

Nella medesima seduta due dei consiglieri eletti con il gruppo di maggioranza hanno rassegnato le proprie dimissioni da consiglieri dando la possibilità ai candidati  della compagine Progetto Comune, non eletti, di entrare a far parte del Consiglio comunale. I Dimissionari sono stati Antonio Di Francesca, designato assessore con deleghe allo Sport, Turismo e Spettacolo, Servizi Sociali ed Istruzione e l’ex sindaco Giuseppe Franco, che passa in giunta ad occuparsi di Lavori Pubblici e Patrimonio, i quali, dimettendosi, hanno fatto spazio tra i banchi del Consiglio a Felice Franco e Dino Viglianti.  Maria Iudicello, prima della lista dei non eletti, rinuncia alla funzione di consigliere comunale e va ad affiancare Pippo Nobile, nella complessa attività amministrativa, da vice sindaco con le deleghe di Bilancio e Agricoltura. Il Sindaco trattiene Personale, Contenzioso, Protezione Civile.

Un posto, dunque,  per ciascuno dei dieci candidati che hanno creduto nel “Progetto Comune” ed in Pippo Nobile quale leader indiscusso i quali, nella medesima seduta, per bocca della consigliera Graziella Sacco hanno annunciato ed indicato capo gruppo della maggioranza Lucia Oieni.

Un’aula consiliare gremita. Decine di cittadini castelluccesi non sono voluti mancare con l’appuntamento che segna l’inizio della nuova legislatura applaudendo all’elezione, all’unanimità, del Presidente del Consiglio, Soccorso Stimolo e del suo vice Maria Grazia Campo. 

“Abbiamo la percezione che a Castel di Lucio sta per iniziare una nuova fase – afferma il neo capogruppo di minoranza Alessandro Giordano.  Per tale motivo ci siamo trovati d’accordo con la scelta del gruppo di maggioranza e abbiamo votato sia il Presidente del Consiglio comunale che il suo vice, poiché riteniamo che lo stesso debba essere il Presidente di tutti. Una figura  istituzionale di garanzia nello svolgimento delle attività del Consiglio. Faremo un’opposizione seria e sana – ha assicurato a conclusione della sua dichiarazione Giordano – appoggeremo tutte le iniziative finalizzate al bene di Castel di Lucio”.

“Sinceramente non mi aspettavo di essere eletto con il voto di tutti i consiglieri – afferma il neo eletto Presidente del Consiglio, Soccorso Stimolo.  Questa cosa mi ha colto di sorpresa e riempito, al tempo stesso, il cuore di gioia. Un segnale importante che cercherò di tenere sempre ben a mente, svolgerò la funzione di Presidente del Consiglio comunale, indirizzata al corretto funzionamento dell’istituzione, del tutto neutrale”.

Alla fine il giuramento del Sindaco e il suo discorso: “E’ un grande onore rivestire la carica di Sindaco del proprio paese e allo stesso tempo una grande responsabilità. A noi è  stato dato questo tempo per viverlo responsabilmente e al servizio della nostra comunità. E’ un tempo di crisi economica e di cambiamenti politici, nè è una testimonianza il nuovo governo nazionale costituito da due forze definite populiste che hanno raccolto il consenso del popolo che ha sfiduciato i partiti tradizionali. Occorre dare fiducia al nuovo governo come pure nel nostro piccolo alla nuova amministrazione comunale. Ci siamo messi subito a lavoro ricevendo l’incoraggiamento e gli auguri dei Sindaci della zona e di tantissime persone cercheremo di non tradire la fiducia di tanti e soprattutto dei giovani. Come primo atto abbiamo nominato il responsabili dell’anticorruzione e a giorni restituiremo le responsabilità di area ai dirigenti comunali che in passato hanno svolto tali funzioni. Il primo problema affrontato è la questione degli allevatori che soffrono i ritardi nei pagamenti dei contributi comunitari. In sinergia con i sindaci della zona ci batteremo per aiutare la categoria a risorgere. Abbiamo costruito una squadra che saprà insieme al Sindaco spendersi per il bene della comunità. Tutti hanno grandi motivazioni e un ruolo politico nel quel impegnarsi”.

 

Leggi anche:  Consulta dei Nebrodi, si elegge il segretario e la presidenza