giovedì - 08 dicembre 2016
 
#noccioleti#Nebrodi#Galati Mamertino#Castel di Lucio#Calogero Emanuele
x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Dal Veneto in Sicilia: sui Nebrodi le “Vacanze dell’anima”

panorama
0
condivisioni

panoramaE’ stata presentato a Mirto presso il Museo della moda e del costume siciliano l’evento “Vacanze dell’anima” che si svolgerà dal 9 all’11 settembre in 5 comuni della Valle del Fitalia: Capri Leone, Mirto, Frazzanò, Longi e Galati Mamertino.

Alla presentazione sono intervenuti i rappresentanti delle amministrazioni comunali e delle associazioni locali coinvolte e, in collegamento diretto, il direttore artistico dell’evento Loris De Martin.

Vacanze dell’anima” è un evento che si svolge da sei anni in Veneto, nella provincia di Treviso, dove si affermato come manifestazione capace di richiamare l’attenzione di centinaia di visitatori in comuni di piccole dimensioni.

Ora, l’iniziativa si sposta per la prima volta nella sua storia fuori dal Veneto: in Sicilia, nell’area dei Nebrodi.

Questo nuovo progetto nasce grazie all’interesse manifestato dai sindaci dei comuni interessati e dalla disponibilità a  fare squadra di alcune associazioni locali: TerraMare Nebrodi, ANSPI Jana Gora, Cross Road Club, Vivere Mirto, Associazione musicale Giuseppe Verdi.

madonnacatafurcoHa aperto la conferenza stampa l’intervento del sindaco di Capri Leone, Bernardette Grasso, la quale ha sottolineato come questo progetto si muove in coerenza con precedenti iniziative dei comuni interni volti alla promozione del turismo sostenibile. In questo senso, ha fatto espresso riferimento al progetto “Albergo diffuso” che ha permesso il censimento e l’offerta di ricettività all’interno dei centri storici. “Noi amministratori di questi piccolo borghi siamo interessanti a riqualificare l’esistente e a non consumare nuovo territorio”.

Sono seguiti i saluti degli altri amministratori locali (Maurizio Zingales, Sandro Lazzara, Vincenzo Amadore, Marco Imbroscì) i quali hanno spiegato le forti motivazioni che li hanno portato a credere in questo evento come volano per un nuovo modello sviluppo fondato sull’uso corretto delle risorse.

Il dettaglio del programma è stato presentato da Salvatore Granata, il quale ha spiegato che le singole iniziative si propongono di far conoscere (e riconoscere) sia agli abitanti che ai visitatori la Bellezza dei luoghi rintracciabile nella natura, nelle architetture, nel paesaggio segnato dalla millenaria presenza dell’uomo. “E’ questo – affermato – il presupposto per tutelare e valorizzare i luoghi che abitiamo, per promuoverli anche dal punto di vista turistico”.

Il tema conduttore dell’evento è “MoviMenti di Bellezza”.

Si comincerà venerdì 9 settembre al Museo della Moda di Mirto con una riflessione sulla Bellezza “della e nella Costituzione”, che vedrà confrontarsi Serena Pellegrino, parlamentare nazionale, e Melania Salazar, ordinario di diritto costituzionale presso l’Università di Reggio Calabria; si proseguirà sabato q0 giugno con due eventi: alle ore 18 nel borgo storico di Capri Leone con “Birra e non solo”, degustazione guidata di birre artigianali locali e sapori dei Nebrodi, alle ore 20,30 nel Monastero di San Filippo di Demenna a Frazzanò, convegno su “La bellezza intorno a noi” con la partecipazione di Maria Cristina Salmeri, direttrice dell’orto botanico di Palermo, del documentarista Franco Blandi e di Antonio Presti, ideatore di Fiumara d’arte. Infine, domenica 11 settembre, alle ore 15,30 a Galati Mamertino “Il ciclo del Pane”, evento sul rito della panificazione e sul lavoro contadino; alle ore 20, 30, centro sottarco di Longi, convegno su “La bellezza delle parole antiche” con Valeria Cimò, attrice e musicista, Martino Ragusa scrittore, Salvatore Trovato, ordinario di linguistica all’Università di Catania.

Tutte le sere, a conclusione dei convegni, ci saranno spazi musicali con l’intervento di artisti siciliani di grande talento: La scuola musicale Giuseppe Verdi di Mirto, i jazzisti Anita Vitale e Giuseppe Milici a Frazzanò, Valeria Cimò e Antonio Smiriglia, esponenti di primo piano della musica popolare, a Longi.

Durante l’evento, è possibile partecipare a visite guidate nei centri storici ed escursioni zone di interesse naturale, curate dall’associazione ANSPI Jana Gora, dall’associazione Nebrodi BandaB e Stretta di Longi.

0
condivisioni

Commenta con Facebook

Login Digitrend s.r.l