E’ morta poche ore dopo essere stata dimessa dall’ospedale, dopo che in quello stesso ospedale era stata ricoverata per quattro giorni nel reparto di Terapia intensiva. Una morte assurda, avvenuta il 15 aprile, su cui ora i magistrati della Procura di Patti, anche sulla base della segnalazione del marito e del figlio della donna, vogliono vedere chiaro e verificare se vi siano eventuali responsabilità da parte dei medici dell’ospedale barone Romeo dove la donna è stata prima ricoverata e poi dimessa.

Il titolare del fascicolo d’indagine è il sostituto procuratore di Patti Giorgia Orlando e consulente del pm è stato nominato il dottor Alessio Asmundo. Sarà l’esito dell’esame autoptico, già svoltosi nei giorni scorsi, nell’obitorio dell’ospedale di Patti, a chiarire le reali cause del decesso della sessantaduenne , poiché i risultati dell’esame cadaverico saranno depositati fra novanta giorni.

La vicenda risalirebbe allo scorso 15 aprile, quando la donna, residente a Rocca di Capri Leone, insieme al marito, è morta nella sua abitazione nel primo pomeriggio, dopo avere accusato un malore, a distanza di poche ore dalle sue dimissioni dall’ospedale “Barone Romeo” di Patti, nel quale era stata ricoverata per quattro giorni, nel reparto di Terapia Intensiva. I parenti della defunta, il marito ed il figlio, con l’assistenza di due avvocati orlandini, hanno deciso di presentare un esposto ai carabinieri della locale stazione e di andare fino in fondo alla questione, per accertare se la morte della congiunta sia frutto di un’inevitabile casualità o sia invece da imputare ad eventuali responsabilità mediche.

Tutto è successo la scorsa settimana quando la donna, titolare di un’attività commerciale, rientrando dal lavoro, si sarebbe sentita male. Il marito l’avrebbe quindi accompagnata al pronto soccorso di Sant’Agata Militello, dal quale, in serata, dopo essere stata sottoposta a tutte le cure da parte dei sanitari, è stato disposto il suo trasferimento al nosocomio di Patti. La sessantaduenne, dopo quattro giorni di degenza nel reparto di Terapia Intensiva, viene dimessa e fa ritorno nella sua abitazione di Rocca di Capri Leone. Ma poche ore dopo il rientro a casa, si sente nuovamente male, vengono chiamati i soccorsi, ma ogni tentativo risulterà vano, poiché i medici del 118, allertati dal marito, non potranno fare altro che costatarne il decesso. A seguito della segnalazione dei familiari, la procura di Patti, ha aperto un fascicolo che mira a verificare se sussistano eventuali responsabilità mediche nel decesso della donna.

Leggi anche:  Mistretta, sedato l'incendio divampato in un'officina in centro