Una colonna di fumo alta diverse centinaia di metri si sta levando in questi minuti da Stromboli. Un’intensa attività esplosiva che ha attirato l’attenzione di bagnanti e turisti, che dichiarano anche di aver visto lava sulle pendici del vulcano. Una persona sarebbe morta nell’esplosione. Lo ha detto l’ANSA il sindaco di Lipari Marco Giorgianni, secondo il quale si tratterebbe di un turista che stava facendo una escursione nella zona sommitale del vulcano. 

Già nei giorni scorsi un fenomeno simile aveva interessato l’isola, con un’esplosione segnalata anche dall’INVG di Roma. I vigili del fuoco hanno mandato sull’isola squadre da Lipari per spegnere i vari incendi di sterpaglie che si sono sviluppati e che, si è appreso, non hanno coinvolto abitazioni. Secondo quanto si è appreso la guardia costiera è pronta ad evacuare chi volesse lasciare l’isola anche se, è stato sottolineato, non c’è nessun motivo per evacuare l’isola.

“C’è stata una potente esplosione. Abbiamo sentito un boato, poi si è alzata una colonna di fumo e lapilli incendiari su Ginostra e fiamme sui costoni del vulcano”. Sono momenti di paura vissuti da alcuni testimoni a Stromboli, che raccontano di una vera e propria “pioggia di lapilli”. “Vediamo una colonna di fumo nero dal vulcano, abbiamo sentito un boato molto forte, metà dell’isola di Stromboli non si vede”, racconta un testimone oculare da Lipari.

“Rabbia e dolore” per la morte del giovane escursionista sull’Isola di Stromboli viene espressa dal presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci. “Ho sentito telefonicamente il sindaco di Lipari – dice il governatore –  e sono in stretto  contatto con il capo della nostra Protezione civile, che mi aggiorna costantemente sull’evolversi della situazione, che adesso sembra sotto controllo. Alla famiglia del ragazzo deceduto sul vulcano – conclude – va il cordoglio del governo regionale, ai feriti l’augurio di una pronta guarigione”.

(Foto di Gabriele Pocina)

Leggi anche:  Falcone, si spacciano per falsi medici e derubano un’anziana