A seguito dei fatti di cronaca relativi ai controlli della Polizia Municipale del Comune di Mistretta, che dopo avere accertato e segnalato alla competente Procura l’occupazione del fondo di proprietà dell’Ente amastratino, sul quale pascolavano circa 400 capi di bestiame, perpetrata da 29 soci, di altrettanti aziende, della cooperativa agricola “San Placido” di Castel di Lucio, interviene un allevatore il quale, davanti alle nostre telecamere, mette in chiaro alcune aspetti legati alla conduzione dei terreni concessi in affitto, mettendo in risalto le difficoltà davanti alle quali oggi si trovano molti allevatori ai quali il Comune di Mistretta, in vista dei bandi che dovranno essere emanati, non permette loro di far pascolare i propri animali nei terreni di proprietà dello stesso Ente. Fondi per i quali, fino “all’altro ieri”, detenevano un regolare contratto d’affitto. L’allevatore, Placido Iudicello, fa appello al Prefetto di Messina al quale, in uno stato di chiara necessità, chiedendogli d’intervenire, in qualità di rappresentante territoriale del governo, affinché interceda presso l’amministrazione dell’Ente, per la concessione dei terreni per il solo pascolo.

Ecco l’intervista integrale:

Leggi anche:  Liberata la SP 176 dall'albero abbattuto dal vento