sabato - 03 dicembre 2016
 
#noccioleti#Nebrodi#Galati Mamertino#Castel di Lucio#Calogero Emanuele
x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Galati Mamertino, nasce la Fondazione Sebastiano Crimi: sabato la presentazione

Fondazione Crimi
0
condivisioni

GALATI MAMERTINO (ME) – La ricerca, lo studio e la storia della Farmacia in Sicilia. Sono gli obiettivi della Fondazione Sebastiano Crimi che sarà presentata sabato a Galati Mamertino, in provincia di Messina, luogo di nascita di Crimi, farmacista e uomo di cultura. La sede legale della Fondazione è a Galati Mamertino (ME), luogo deputato ad accogliere nel tempo, in funzione anche dei mezzi economici di cui disporrà la Fondazione, un piccolo museo della farmacia.
«Ho sempre creduto che il no profit possa essere non una fonte di reddito, ma sicuramente un grande generatore di ricchezza non solo perché può creare indotto ma anche perché è motore e start di un “circolo virtuoso” di simili iniziative che nasceranno per emulazione e tu con la tua grande esperienza hai confermato l’esattezza delle mie intuizioni» spiega Rocco Crimi. La Fondazione, si propone, tra i tanti obiettivi, il conferimento di Borse di studio indirizzate agli studenti meritevoli di Farmacia di uno o più atenei siciliani selezionati dal comitato scientifico di cui fanno parte Antonio Villari, Enrico Rotondo, Antonino Rapisarda, Franz Kohnke, Leopoldo Ceraulo, Girolamo Cirrincione, Silvestre Buscemi, Daniele Rossaro amministratore delegato di DelaRom Italia, Vincenzo Fogliani.
Sono allo studio due progetti per borse di studio per l’anno accademico 2015/2016. Il primo progetto chiamato “Sette e Mezzo” destinato ai neo iscritti e il secondo “#FareFarmacia” destinato ai ricercatori. Il Progetto 7&Mezzo nasce dal desiderio di voler avvicinare due mondi chiusi in compartimenti stagni: le scuole superiori all’università di Farmacia. Come? Moltiplicando il Voto del Test di ammissione alla facoltà di Farmacia per il voto di diploma scuola superiore diviso 1000 otteniamo la soglia minima di 7,5 che consente agli studenti , iscritti in un qualsiasi ateneo siciliano di Farmacia non appena facciano domanda di borsa di studio alla Fondazione ( la domanda scade il 31.10 di ogni anno) di ottenere il rimborso delle tasse di iscrizione.
Tra candidati alle borse di studio che hanno già, tutti, ottenuto il rimborso delle tasse di iscrizione, verranno selezionati dal Comitato scientifico i migliori che potranno godere di una borsa di studio totale e illimitata.
Totale perché sarà di pari importo alle tasse universitarie; Illimitata perché avrà la durata del corso di studi dello studente meritevole a condizione che sia in corso e abbia dato tutte le materie entro il 31.10 di ogni anno con una media del 27.
Il progetto #FareFarmacia punta a stimolare il dialogo tra il mondo universitario (facoltà di farmacia) e il mondo del lavoro (farmacia, laboratori farmaceutici e cosmetici, industrie chimiche e farmaceutiche, depositari e distributori intermedi del farmaco).
Il fulcro e beneficiario del progetto è lo studente ricercatore di Farmacia ed in generale l’Università e la facoltà di Farmacia e gli altri enti e istituti di ricerca attivi nei settori della ricerca scientifica e tecnologica.
La ricerca è libera: nessun limite sui temi oggetto di studio, si può spaziare dalle nanotecnologie applicate, alla chimica diagnostica, alla biomedicina, alla farmacologia genetica. I fondi pervenuti alla Fondazione dal mondo produttivo verranno poi assegnati come Borse di Studio dal Consiglio Direttivo della Fondazione su proposta del Comitato Scientifico ai giovani ricercatori sotto forma di premio alla ricerca privilegiando le carriere scientifiche più brillanti tenendo conto della qualità della ricerca svolta, dei premi ricevuti e di eventuali lettere di referenze.
Il budget sarà versato in due tempi: un anticipo del 50% del contributo assegnato all’ente di ricerca o studente ricercatore selezionato e il restante 50% dopo la rendicontazione del progetto.

0
condivisioni

Commenta con Facebook

Login Digitrend s.r.l