Con il protocollo d’intesa siglato con il Gruppo COSTA MED E.E.I.G. con sede a Malta e in Italia, avente per oggetto la promozione del Turismo Esperienziale, la Giunta comunale di San Teodoro, ha aperto le porte ad una diversa modalità di attrattiva turistica. Un segmento emergente, sul piano della promozione territoriale, caratterizzato sempre più dalla ricerca un’esperienza unica, diversa, irripetibile, mai vissuta prima dal turista.

Nelle persone che viaggiano è cresciuta notevolmente la voglia di ampliare le proprie conoscenze, di approfondire la cultura e la tradizione del luogo e di immergersi a pieno nella vita degli abitanti e nelle loro abitudini quotidiane. Secondo l’Amministrazione comunale santeodorese, oggi, il piccolo borgo montano possiede tutte le caratteristiche per concedere questo tipo di offerta cucita sul proprio ospite in maniera unica e differenziante dalla concorrenza. Da qui l’idea dell’accordo con il Gruppo Italo-Maltese che avrebbe l’obiettivo di sostenere l’Amministrazione nel promuovere la diversa modalità turistica proponendo ai viaggiatori, sulla scorta di un forte elemento emozionale che il territorio riesce ad offrire e sullo spiccato senso di ospitalità, un concetto di viaggio e di turismo molto diverso a quello convenzionale.

“Possediamo tutte le caratteristiche che servono creare le condizioni, secondo i nuovi parametri esperienziali – spiega il primo cittadino di San Teodoro, Valentina Costantino. Siamo in grado offrire ai turisti esperienze uniche legate unicamente alle tradizioni e alle bellezze naturalistiche che il territorio santeodorese offre. Certo, ci vorrà un po’ di tempo, ma siamo certi di riuscire a lasciare, nel turista che viene a San Teodoro, un ricordo memorabile, unico. Un qualcosa in più rispetto ad una semplice esperienza”.

Leggi anche:  San Teodoro, Comune aderisce alla Consulta dei Nebrodi