E’ stata convocata lo scorso lunedì, l’assemblea del Consorzio Intercomunale Valle D’Halaesa, di cui fanno parte i comuni di Castel di Lucio, Motta d’Affermo, Pettineo, Tusa, Mistretta e Santo Stefano, nella quale  è stato registrato l’insediamento di 15 nuovi consiglieri: Rosaria Lo Cascio, Fortunata Bordonaro, Carmelo Campisi, Giovanni Todaro, Arcangelo Cascio, Filippo di Pietro, Salvatrice Di Marco, Annunziata Giaimi, Marco di Pietro, Davide Iudicello, Maria Iudicello, Salvatore Placido Lutri, Rosario Digangi, Alessandro Saporito, Maria Domenica Alfieri.

L’assemblea costituitasi ha eletto il nuovo presidente. Si tratta di Annunziata Giaimi, delegata del comune di Pettineo, che rimarrà in carica fino al prossimo novembre. Durante i lavori sono stati individuati 9 professionisti del settore economico finanziario, dei 35 che hanno partecipato al bando per tre posti di Revisori dei Conti che, dopo una scrupolosa analisi dei titoli, andranno a comporre il Collegio.

Ripartono dunque, dopo un periodo di stallo, le attività in seno al Consorzio Intercomunale Valle D’Halaesa, nato per la necessita di salvaguardare un territorio con l’apporto di iniziative che andassero oltre i confini dei singoli comuni, perseguire l’obbiettivo di portare avanti un progetto di larghe vedute che permettesse di mettere in atto regole semplici e uguali per tutti, in modo da poter favorire sia quanti intendono investire sul territorio, sia tutti i cittadini.

Luigi Micieli, sindaco di Tusa

Non tardano ad arrivare gli auguri del primo cittadino di Tusa, Luigi Miceli, attuale Presidente del CDA Consorzio, che sottolinea come quella intrapresa dai 6 Comuni non può che essere la strada giusta da percorrere per lavorare allo sviluppo sinergico del territorio poiché attraverso una condivisione di idee, coordinate e condivise, si rafforzano le caratteristiche dei singoli Comuni accrescendone così l’attrattiva. 

“Mi congratulo con i nuovi consiglieri e col neo eletto Presidente dell’assemblea e rivolgo loro i migliori auguri di buon lavoro – dichiara Luigi Miceli (nella foto) -. Come Consorzio dobbiamo essere in grado di formulare un’offerta turistica comprensoriale e destagionalizzata, che abbia come comune denominatore, soprattutto, Fiumara d’Arte. Sotto il profilo amministrativo, il futuro dell’ente dipende dalla capacità di erogare servizi in forma consorziata, che i singoli comuni non sono più in grado di garantire singolarmente, anche per ragioni di ordine normativo. Tutto ciò nella prospettiva di una effettiva valorizzazione delle risorse presenti nel nostro territorio”.

Leggi anche:  Mistretta, fondi rustici: disapplicato il protocollo antimafia Antoci e ora è il caos