lunedì - 16 luglio 2018
 
x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Al Meeting ben 43 Nobel incontreranno 600 giovani scienziati internazionali

Il galatese Davide Franchina selezionato tra gli scienziati del Lindau Nobel 2018

davide franchina
0
condivisioni

C’è anche un giovane scienziato di Galati Mamertino tra i giovani promettenti ricercatori scelti per il Nobel di Lindau 2018. Si tratta di Davide Franchina (nella foto), dottorando del gruppo di Immunologia Sperimentale e Molecolare del FNR ATTRACT, guidato dal Prof. Dirk Brenner presso il Luxembourg Institute of Health (LIH).

Selezionato fra 600 scienziati, dal comitato di Lindau, Franchina parteciperà alla riunione annuale del premio Nobel, un Meeting dedicato alla fisiologia e alla medicina che si svolgerà fra il 24 ed il 29 giugno in Germania. Nella sua ricerca di dottorato, lo scienziato galatese vuole capire come lo stress cellulare, sotto forma di specie reattive dell’ossigeno interferisca con la risposta immunitaria. In particolare, analizzerà la funzionalità e il profilo metabolico delle cellule B allo stato stazionario e delle risposte umorali correlate.

Il Lindau Nobel Laureate Meetings si svolge ogni anno dal 1951 e rappresenta un’occasione ed un forum di scambio, networking e ispirazione. È proprio a Lindau che eccellenti giovani ricercatori incontrano i più acclamati scienziati del loro campo. Gli scienziati selezionati per il 2018 sono studenti universitari, laureati o in possesso di qualifiche post-lauream, di età inferiore ai 35 anni, che conducono ricerche nel campo della fisiologia e della medicina. Il profilo dei selezionati, prevede tra i requisiti l’aver superato con successo un processo di selezione internazionale in più fasi. Più di 130 partner accademici in tutto il mondo – accademie, università e fondazioni – hanno nominato i candidati per la partecipazione.

Al 68esimo Meeting, ben 43 Nobel incontreranno 600 giovani scienziati internazionali, tre dei quali sono attesissimi. Si tratta dei due biologi Michael Rosbash e Michael Young, noti per le loro teorie sull’orologio Circadiano e il chimico tedesco-americano Joachim Frank. Oltre all’”inner clock”, altri temi che verranno affrontati quest’anno a Lindau sono il ruolo della scienza in un’era come quella attuale, nella terapia genica e all’interno delle pubblicazioni scientifiche.

Leggi anche:  Strade e infrastrutture: 23 Presidenti dei Consigli Comunali in "concilio"
0
condivisioni

Commenta con Facebook

Login Digitrend s.r.l