martedì - 06 dicembre 2016
 
#noccioleti#Nebrodi#Galati Mamertino#Castel di Lucio#Calogero Emanuele
x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

L’accusa di Emanuele: “I tanti segnali che mostrano la decadenza di Galati Mamertino”

mappa elezioni area metropolitana di Messina
0
condivisioni

Le elezioni sono state fissate: tra il primo ottobre e il 30 novembre i comuni del messinese saranno chiamati a eleggere il sindaco della città metropolitana. Ma nella mappa, pubblicata dal quotidiano La Gazzetta del Sud, è sparito il comune di Galati Mamertino. Uno spunto, colto a volo da Calogero Emanuele, segretario provinciale della Funzione pubblica della Cisl, che da qualche tempo ha avviato sul web e in particolare su Facebook un puntuto dibattito sul futuro di questo piccolo centro della provincia di Messina, sui Monti Nebrodi, in cui risiede. “Questa è la cartina pubblicata oggi sulla Gazzetta del Sud – scrive Calogero Emanuele -: sarà un caso ma non viene riportato Galati Mamertino. Questo sta a significare che ormai…. di Galati non si ricorda più nessuno. È come disse qualcuno: abbiamo perso ogni speranza”.
E poi aggiunge: “È vero che per la legge secondo il Vangelo Crocetta, sono tagliati fuori i Sindaci in scadenza di mandato, ma non per questo dobbiamo essere esclusi dalle grandi manovre per l’elezione del Sindaco della Città Metropolitana. Certo ci tireranno per la giacca, ma finirà come la Direzione Scolastica che è bastata una notte per trasferirla a Longi assistendo ad una finta e inconsistente difesa da parte dell’amministrazione o come la Mamertina (la squadra di calcio) costretta, ahimè, ad autodeclassarsi in prima categoria e non è la prima volta. Il campo sportivo Ducezio-Parafioriti è diventato un po’ come la tela di Penelope: in “soli” 10 anni è stata spesa una barca di soldi e per ultimo quasi un milione di euro (i vecchi due miliardi di lire) per costruire un impalcatura che sarebbe una tribuna e per avere sempre un piccolo campo di calcio. Soldi buttati al vento”. E poi conclude: “La gente è stanca, sfiduciata, avvilita, disorientata e non crede più a nulla. Purtroppo siamo diventati nessuno”

0
condivisioni

Commenta con Facebook

Login Digitrend s.r.l