Senza tanti giri di parole il Presidente dell’Assemblea Regionale delle Consulte e Presidente della Consulta dei Nebrodi, Alessandro Magistro, si schiera con Caronia e, in questi giorni di polemiche che hanno travolto il Sindaco Antonino D’Onofrio, si chiede come mai, nonostante il territorio caronese sia in assoluto il più vasto a livello boschivo, non vi sia nessuna centralità nel Parco per il Comune nebroideo.

“Il Parco – spiega il Presidente Alessandro Magistro è come un club con delle regole ma Caronia pare essersi isolata in tutti questi anni. Questo risultato è frutto sia delle precedenti amministrazioni comunali ma anche di quella attuale, che nulla hanno fatto per mantenere un minimo di dovuta centralità. Se Caronia dovesse uscire dal Parco dei Nebrodi lo stesso sarebbe oltre che dimezzato in tema di territorio disponibile poiché il territorio caronese è il più vasto di tutti – continua Magistro -. L’unica  cosa da fare oggi è cambiare un amministrazione che resta, secondo i fatti, un fallimento storico per il paese. Adesso ci sono due strade: la prima che il Parco dia  la centralità richiesta a Caronia oppure la seconda, cioè che si esca dal Parco dei Nebrodi, senza se e senza ma, perché Caronia non sia terrà di conquista per nessuno. Ho così deciso di scrivere al commissario Ferlito – conclude Magistro – per chiedere maggiori dettagli sulla vicenda, certo che la sua sensibilità sul tema potrà darci le dovute risposte”. 

Leggi anche:  Caronia, grave incidente stradale: un morto e un ferito