Torna a Mistretta, per il sedicesimo anno, non consecutivo, la “Giornata dell’Arte”, la manifestazione all’insegna della musica, pittura, danza e giochi che negli anni ha riscosso un sacco di successo. Stando ai numeri delle scorse edizioni, nella giornata odierna, si attendevano a Mistretta moltissimi giovani, provenienti dall’intero hinterland, ma quest’anno, stranamente, è stata riscontrata meno affluenza.

Dopo il successo delle passate edizioni, la città amastratina torna a fare da cornice all’evento presentato dalla dagli studenti dell’Istituto d’Istruzione SuperioreAlessandro Manzoni” per celebrare la creatività e l’inventiva delle nuove generazioni con un grande avvenimento dedicato proprio a loro che, anno dopo anno, diventa sempre più sentito e atteso. Una giornata di arte, musica no stop, ma anche di cultura che troverà supporto e collaborazione della Scuola, con il particolare interessamento del dirigente, Antonietta Amoroso, delle insegnanti Marisa Antoci e Liborio Sgrò, e della Commissione prefettizia che ha in amministrazione l’Ente comunale.

La Giornata dell’Arte rientra nell’ambito delle attività complementari e integrative previste dal D.P.R.567/96 e dalla C. M. 864/97: le istituzioni scolastiche, sulla base della loro autonomia, hanno facoltà di indire, in una data compresa entro la prima decade di maggio, la Giornata dell’arte e della Creatività studentesca, finalizzata a stimolare gli studenti a esprimere la loro ricchezza espressiva e artistica e a far sì che la scuola riconosca e valorizzi questo potenziale patrimonio. Nel corso della Giornata gli studenti hanno la possibilità di far conoscere la propria espressività attraverso i più diversi linguaggi artistici. La Giornata intende facilitare la valorizzazione di queste forme espressive come completamento dell’attività didattica ordinaria e arricchimento della relazione tra gli studenti gli insegnanti e l’istruzione scolastica.

Leggi anche:  Mistretta: viola sorveglianza speciale, carabinieri arrestano pregiudicato