Si è spento ieri, martedì 11 dicembre, nella sua casa di Monza, all’età di 91 anni, il Dott. Filippo Lo Turco, Presidente Onorario della Corte Suprema della Cassazione. Nato a Mistretta, il magistrato, ha sempre nutrito un amore profondo verso il proprio paese nel quale, ogni anno, era solito trascorre le vacanze nei mesi estivi. Un legame forte e profondo con la Città natale dove, con i soliti amici, ogni anno, si ritrovava e socializzava rafforzando lo sviluppo delle relazioni sociali.

Magistrato competente ed integerrimo, dal 1972 al 1999 è stato anche Presidente dei Tribunali delle città di Lecco, Monza e Milano dove, in quest’ultima, resse la Presidenza del Tribunale negli anni di Tangentopoli. Dopo essere andato in pensione al Dottore Lo Turco gli venne conferita l’onorificenza di Grande Ufficiale dall’allora Presidente della Repubblica, Azeglio Ciampi. Un punto di riferimento per diversi suoi concittadini che negli anni si sono dovuti trasferire in Lombardia molti dei quali oggi ne esaltano doti umane e professionali.

In veste di Presidente di Tribunale è ricordato da colleghi e collaboratori come una persona schietta e severa, sempre presente e pronto a dare esempio e far sentire il suo sostegno in momenti di difficoltà, sia per ragioni d’ufficio che personali. Mistretta con la morte di Filippo Lo Turco perde un illustre concittadino che ha dato lustro alla città di Mistretta oltre l’Isola. L’ultimo saluto sarà dato presso il Santuario della Madonna dei Miracoli sabato 15 dicembre 2018 alle ore 11:00 nella sua Città natia che, più di ogni altra, ha amato ed è voluto ritornare per il sonno eterno.

Leggi anche:  Mistretta: tutto pronto per la festa di San Sebastiano