martedì - 06 dicembre 2016
 
#noccioleti#Nebrodi#Galati Mamertino#Castel di Lucio#Calogero Emanuele
x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Montalbano Elicona e San Piero Patti, al via il “Tholos Festival”

tholos-festival
0
condivisioni

tholos-festival

 

Teatro e suggestioni da vivere immersi nel Parco dei Nebrodi. E’ tutto pronto per la prima edizione del “Thòlos Festival”, la manifestazione promossa dal Centro Teatrale Siciliano che si svolgerà dal 7 al 9 ottobre a Montalbano Elicona e San Piero Patti.

Una sinergia nata tra i due Comuni con l’obiettivo di portare nei paesi dei Nebrodi una serie di iniziative culturali e di spettacolo inserite nei contesti architettonici e paesaggistici del territorio.

Al centro del calendario di eventi c’è la riscrittura drammaturgica di Nino Romeo. Due gli spettacoli proposti in prima assoluta all’interno della manifestazione. Si tratta di due racconti de “Le mille e una notte”: un corpus letterario di valore universale che ha ispirato il romanzo cortese medievale, la nascita della novellistica europea, i poemi epici ed eroicomici eil teatro elisabettiano.

In particolare i due racconti scelti sono “Storia di Kàmar Az-Zamàn figlio del re Sharimàn”, che sarà rappresentata al Convento dei Carmelitani di San Piero Patti venerdì 7 ottobre alle 21. E lo spettacolo “Aziz e Aziza” che sarà proposto al Castello Aragonese di Montalbano Elicona sabato 8 ottobre, sempre alle 21.

Il primo è racconto fantastico e realistico che parla di un giovane uomo e di una giovane donna, bellissimi ma alteri. Due jinn (draghi della mitologia indo-iranica) li portano di notte l’uno accanto all’altra, facendoli svegliare alternatamente. I due giovani si innamorano l’uno dell’altra: ma i jinn li separano, riportando ciascuno nel proprio paese. Si dipana da qui una vicenda di incontri ed abbandoni, di travestimenti e riconoscimenti.

“Aziz e Aziza” invece è la storia, dai risvolti drammatici, di due cugini: lui frivolo e gaudente; lei, talmente innamorata di lui, da accettare di interpretare i segnali della dispettosa fanciulla di cui Aziz è innamorato e di rilanciare con lei, come un gioco al rimbalzo di cui il cugino è intermediario.

Per la giornata di domenica, invece, è prevista l’escursione in Contrada Polverello. L’appuntamento è alle 11 su una collina in cui la vista delle Isole Eolie fa da controscena ai boschi dei Nebrodi. Un’autentica scenografia mozzafiato realizzata da Madre Natura stessa. Lì, davanti a una delle tante thòlos sparse nel territorio – ovvero le costruzioni in pietra con volta a semicupola di epoca premicenea – gli attori reciteranno liriche greche di epoca classica e passi di Platone, alternandosi a musicisti che eseguiranno dal vivo.

0
condivisioni

Commenta con Facebook

Login Digitrend s.r.l