L’Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura ha sospeso le erogazioni alle imprese e ai soggetti indagati dell’Operazione “Nebrodi”. Lo comunica in una nota il direttore di AgEA Gabriele Papa Pagliardini che “ha espresso soddisfazione per i risultati dell’indagine e ha ringraziato il Procuratore della Repubblica, i Magistrati della DDA e gli Organi di Polizia giudiziaria da lui coordinati per l’attività di contrasto alle frodi comunitarie di cui AgEA è vittima”. 

Il direttore Pagliardini ha voluto precisare che “contrariamente a quanto riportato da alcuni organi di stampa, dall’Ordinanza del GIP di Messina nessun dipendente di AgEA risulta coinvolto. In esecuzione della medesima Ordinanza, AgEA ha già provveduto, con effetto immediato, a sospendere tutte le erogazioni a favore delle imprese e dei soggetti interessati dall’indagine, impedendo così la distrazione dell’impiego delle risorse pubbliche destinate agli agricoltori”.

Oltre alla immediata sospensione, AgEA ha già avviato tutte le attività di controllo amministrativo nella sua disponibilità, che interesseranno, oltre alle aziende poste sotto sequestro, anche gli altri soggetti indagati ed in particolare gli operatori e le sedi dei Centri di Assistenza Agricola interessati dall’indagine, informandone le autorità competenti alle quali AgEa presterà tutta la collaborazione necessaria per il migliore esito dell’indagine.

Leggi anche:  Sequestrati a Torrenova alimenti in cattivo stato di conservazione