“Atti persecutori (stalking) e violazione di domicilio aggravato a danno della ex convivente”. Sono questi i reati contestati al 29enne di Tusa per i quali, stamattina, è stato costretto a comparire davanti al Giudice per il rito direttissimo. L’uomo era stato tratto in arresto, in flagranza di reato, nel pomeriggio di ieri, dai carabinieri dell’Aliquota Operativa del Norm, del Comando Compagnia di Mistretta. Lo stesso pare non avesse accettato la separazione dalla ex compagna e, qualche giorno a dietro, avrebbe iniziato a tenere, nei confronti della donna, comportamenti ossessivi tormentando quest’ultima con telefonate e messaggi minacciosi, presentandosi, addirittura, sotto casa dell’ex convivente per convincerla a riprendere la relazione.

Comportamenti che, secondo quanto emerso dalle indagini, avrebbero causato nella donna un grave stato d’ansia che, presto, si trasforma in paure ossessionanti che costringono l’ex compagna a mutare le proprie abitudini e gli stili di vita. Ieri, per l’ennesima volta, il 29enne si ripresenta a casa della donna e dopo l’ennesimo rifiuto della stessa all’invito di uscire dall’abitazione, sfonda la porta e, contro la volontà dell’ex convivente, cerca con la forza di portarla con se. Prima che il 29enne tentasse l’irruzione nell’appartamento la donna, dall’interno, riesce ad avvisare i carabinieri i quali, accorsi tempestivamente sul luogo, trovano l’uomo dentro l’abitazione alle prese con il difficoltoso tentativo di trascinare fuori lex compagna.

Sorpreso in flagranza di reato il 29enne viene fermato dai militari dell’Arma e, su disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica del Tribunale di Patti, Andrea Apollonio, viene accompagnato a casa propria e sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari. L’esito del direttissimo di stamane vede la convalida degli arresti, attestata dal giudice Eugenio Aliquò il quale applica sul 29enne la misura cautelare del divieto di avvicinamento e comunicazione con qualsiasi mezzo.

Leggi anche:  Sant’Agata, sequestrato novellame di pesce spada