Inaugurata la “Casetta dell’Acqua” del Comune di San Teodoro. Collocata nello spazio antistante il Palazzo Municipale, la struttura fissa, eroga acqua liscia e gasata. Il  punto di erogazione automatica è in funzione 24 ore su 24, collegato direttamente alla rete dell’acquedotto è dotato di una postazione di prelievo facilmente accessibile.

L’erogazione avviene mediante l’introduzione di una scheda ricaricabile, che è possibile acquistare presso la Tabaccheria di Zingale Fausto e la Macelleria di Carameli Nella, o di monete. Il costo dell’acqua sia liscia che gasata è di 5 centesimi/litro. Prezzo decisamente competitivo rispetto alle acque in bottiglia presenti in commercio, 25-30 centesimi/litro, con un risparmio annuo stimato intorno ai 230 euro per famiglia.

In queste strutture l’acqua potabile, che arriva direttamente dalla condotta comunale, viene sottoposta ad un processo di microfiltrazione, che permette di eliminare il cloro, gli odori, i sapori e i colori. L’acqua potabile viene addizionata di cloro per  distruggere i batteri e garantire l’assenza di carica batterica lungo tutta la rete di distribuzione; rimuoverlo appena prima dell’utilizzo costituisce un grande vantaggio per il consumatore. Inoltre tramite una speciale lampada a raggi ultravioletti l’acqua viene sterilizzata prima dell’erogazione. Con questi trattamenti la composizione chimica non viene modificata, rimane quella della sorgente, e viene assicurata un’acqua sicura dal punto di vista microbiologico. L’acqua gasata viene, invece, addizionata di anidride carbonica.

Per  i cittadini attingere l’acqua dalla casetta comporta notevoli vantaggi poiché: a livello economico si ha una considerevole riduzione dei costi di acquisto, rispetto all’acqua minerale in bottiglia; utilizzare acqua del luogo consente di usufruire di un servizio a chilometro zero; l’acqua erogata è controllata e monitorata periodicamente da tecnici esperti, quindi sicura; si contribuisce a ridurre l’impatto ambientale, infatti, usando bottiglie di vetro o riutilizzando bottiglie di plastica si riduce il quantitativo di plastica da smaltire. La diffusione delle casette dell’acqua sta crescendo in maniera esponenziale su tutto il territorio regionale, negli ultimi anni sono sempre più i comuni che hanno deciso di istallare queste strutture.

Leggi anche:  Neve sui Nebrodi, si allenta la morsa ma da martedì tornano i fiocchi

Molto soddisfatto il sindaco Salvatore Agliozzo che commenta: “E’ un servizio in più per i cittadini e per chiunque ne voglia usufruire.”