A Santa Domenica Vittoria da ben venticinque anni un fenomeno franoso – verificatosi nel 1994 e riattivatosi due anni dopo – costituisce una perenne minaccia per la zona sud-est del centro abitato e, in particolare, per una trentina di alloggi di edilizia popolare realizzati negli anni ’80 e che si trovano a valle della via Sant’Antonio di vico Quasimodo.

L’Ufficio contro il dissesto idrogeologico, coordinato dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, ha pubblicato la gara per affidare indagini e progettazione delle opere di consolidamento che serviranno a eliminare finalmente ogni pericolo per cittadini e abitazioni. Il bando emanato dalla Struttura commissariale, diretta da Maurizio Croce, prevede un importo di circa 110 mila euro mentre per l’intervento è già stato stanziato oltre un milione di euro.

Lungo la via Sant’Antonio dovranno essere realizzati un muraglione, una palizzata e nuove gabbionate. Necessaria, inoltre, una regimazione delle acque piovane che dovranno essere convogliate in un canale di raccolta e dirottate nel torrente Favoscuro.

Leggi anche:  Finanziaria, buone notizie per precari e Comuni virtuosi