Nel corso del fine settimana, i Carabinieri della Compagnia di Sant’Agata di Militello hanno intensificato i controlli del territorio nei centri costieri con maggiore vocazione turistica nei quali ancora la stagione balneare non si è chiusa.

Nel corso dei servizi a Sant’Agata Militello, i militari dell’Arma hanno eseguito due distinti ordini di carcerazione, emessi entrambi dall’Ufficio Esecuzioni della Procura delle Repubblica presso il Tribunale di Patti arrestando il 51enne S.C., che deve scontare una pena di 5 mesi di reclusione, in quanto condannato in via definitiva per il reato di evasione, commesso in Sant’Agata di Militello nell’anno 2010 e il 59enne S.G., che deve scontare una pena di 9 mesi di reclusione, in quanto condannato in via definitiva per il reato di sottrazione e danneggiamento di cose sottoposte a sequestro, commesso a Sant’Agata di Militello nell’anno 2016. Gli arrestati, dopo le formalità di rito sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Barcellona P.G. a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per scontare la pena residua.

Inoltre, i Carabinieri hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Patti un 45enne di Naso per il reato di detenzione di sostanza stupefacente finalizzata allo spaccio. L’uomo è stato trovato in possesso di 4,8 gr. di sostanza stupefacente del tipo “marijuana, preconfezionata e suddivisa in dosi, pronta per essere ceduta. La sostanza stupefacente è stata sequestrata e sarà oggetto di analisi da parte del Reparto Carabinieri Investigazioni Scientifiche di Messina. 

Leggi anche:  Sant'Agata, presentata la Giunta Mancuso