La Guardia Costiera di Sant’Agata Militello ha eseguito più di 50 controlli sul territorio compreso tra Brolo e Tusa. Il risultato è di sei sanzioni amministrative per un totale complessivo di 10mila euro, due sequestri di pesce per 50 kg totali e quattro sequestri di attrezzi da pesca per una lunghezza complessiva di 2.500 metri. Col supporto dei veterinari dell’Asp dei distretti di Sant’Agata e Mistretta, è stato accertato che non c’era la tracciabilità del prodotto ittico. Le reti da pesca, invece, non erano correttamente identificate e segnalate in mare, riconducibili ad un utilizzo illegale da parte di soggetti non autorizzati all’esercizio di tale tipologia di pesca.

Leggi anche:  Tusa aderisce all'iniziativa "M'illumino di meno"