Il Dipartimento regionale della Protezione Civile ha ospitato a Palermo un incontro sulle problematiche della strada a scorrimento veloce, nel tratto Madonna del Lume, che collega Piraino a Sant’Angelo di Brolo. Presenti il sindaco santangiolese Francesco Paolo Cortolillo, il vice sindaco Pippo Palmeri, il dirigente della Protezione Civile, geometra Tindaro Pino Scaffidi e il direttore della Protezione Civile Regionale, ingegnere Calogero Foti.

Nel corso dell’incontro sono state evidenziate le difficoltà e i disagi esistenti dal febbraio dello scorso anno, soprattutto per i cittadini santangiolesi, a causa del cedimento del costone roccioso, che ha invaso parte della carreggiata con il conseguente restringimento.

L’ingegnere Foti ha dato ampie assicurazioni che nei prossimi giorni sarà concesso al Comune di Piraino (poiché territorio competente) un finanziamento di circa 80 mila euro per mettere in sicurezza il tratto di strada e riaprire l’intera carreggiata dell’importante arteria stradale, che giornalmente viene percorsa da centinaia di automobilisti.

Leggi anche:  CNA: "Nessuna crisi, Salame Sant'Angelo fiore all'occhiello dei Nebrodi"