Potenziare l’offerta didattica, migliorare ed allargare i servizi di supporto agli studenti, sostenere lo sforzo economico delle famiglie, sono le attività che a partire da quest’anno l’Amministrazione comunale di Santo Stefano di Camastra, intende mettere in campo per favorire ed incentivare le nuove iscrizioni presso gli istituti di 2° grado presenti nella Città delle Ceramiche.

A beneficiarne saranno le nuove matricole del Liceo Artistico Regionale “C.M. Esposito” e quelle dell’Istituto Turistico Alberghiero “A. Florena”, le cui famiglie potranno contare su un contributo d’iscrizione pari a 150 euro. Nei programmi del Comune vi è anche la creazione di una green card da offrire agli studenti che consenta loro di poter accedere gratuitamente o a condizioni agevolate a servizi o strutture comunali. Vi è infatti la concreta possibilità di poter usufruire, a partire dall’anno scolastico in corso, in orari e date stabilite, gratuitamente delle strutture sportive del Comune di Santo Stefano di Camastra e di quelle in uso (campo di calcio e campo di calcetto convenzionato) e di quelle in uso convenzionato (Palaceramica).

Allo studio dell’Amministrazione Comunale vi è anche la possibilità di poter usufruire dell’accesso al circuito di prima visione del Cine-Teatro “Glauco” a condizioni agevolate. Sempre per gli stessi è già possibile l’accesso alla “Buona lettura” offerta dalla attrezzata biblioteca comunale di Palazzo Armao. L’Amministrazione comunale stefanese ha allo studio, anche attraverso il coinvolgimento delle altre amministrazioni comunali interessate, il potenziamento del trasporto studenti da e per Santo Santo Stefano di Camastra, da realizzare con mezzi e personale delle scuole locali o attraverso eventuale ricorso a ditte private esterne.

Le istituzioni scolastiche locali, le quali hanno positivamente raccolto le possibilità offerte dall’Amministrazione stefanese, hanno di contro manifestato l’intenzione di promuovere il rafforzamento dell’attuale offerta didattica attraverso l’introduzione di nuovi indirizzi di studio come anche facendo ricorso alla istituzione di attività formative professionali extra-scolastiche. E’ altresì allo studio la possibilità concreta di aprire le istituzioni scolastiche del territorio che dispongono di idonei e capienti locali, ad attività che possano coinvolgere anche le famiglie degli studenti come anche ad altre iniziative di natura ludico- ricreativa che consentano ai giovani del territorio di poter socializzare in sicurezza al di fuori dei normali orari scolastici.

Leggi anche:  Volley, terza vittoria consecutiva per Nigithor Santo Stefano