Si è svolto ieri mattina l’incontro conclusivo del progetto indetto dall’amministrazione comunale di Santo Stefano di Camastra dal titolo “Educare alla legalità”, realizzatosi con la solerte collaborazione dell’Associazione Co. Tu. Le Vi. e l’associazione Si Può Fare.

Il progetto ha avuto inizio lo scorso anno e ha visto coinvolte la scuola elementare e le scuola media dell’istituto comprensivo “M. Buonarroti” e le scuole medie dell’istituto regionale d’arte “ C.M. Esposito”. Più di 300 studenti hanno realizzato cartelloni e video, recitato poesie e dato lettura di brani affrontando tutti i temi sviluppati negli incontri precedenti.
Numerosi gli elaborati sulla lotta alla Mafia, sulla pace, sull’educazione ambientale e stradale.

Tra le autorità presenti oltre al Sindaco e alla dirigente dell’istituto comprensivo, Giovanna Di Salvo, il Dirigente del commissariato di Polizia di S. Agata di Militello, Di Mauro, ci ha tenuto ad esortare i giovani studenti al rispetto delle regole, a tutti i livelli, dalla vita quotidiana tra i banchi di scuola agli impegni in ogni ambito sociale. Chiaro e diretto anche l’intervento del tenente Rundo per l’arma dei Carabinieri, che ha sollecitato genitori e docenti ad essere sempre vigili sui ragazzi. Anche il capitano della Guardia Costiera, Cosimo Imperiale , sempre presente e sensibile alle necessità del territorio, si è complimentato per le attività svolte.

L’ incontro è stato impreziosito dalle parole di Giuseppe Antoci che, pur essendo assente per altri impegni istituzionali, ha voluto consegnare ai giovani studenti un profondo messaggio sull’impegno per la legalità. “L’appuntamento di oggi – afferma il sindaco Francesco Re non può essere considerato solo la brillante conclusione di un percorso formativo , ma è semmai l’ input per non arrestare i passi verso l’edificazioni di valori come la legalità e il rispetto per l’ambiente”.
I ragazzi hanno voluto fermare gli orologi stringendosi reciprocamente in un abbraccio , gesto simbolo di cui proprio oggi ne ricorre la giornata mondiale.

Leggi anche:  Mistretta, denunciato un 32enne per gioco d’azzardo aggravato