Una delegazione dell’Istituto Comprensivo di Santo Stefano di Camastra, composta da 50 alunni, accompagnati dagli insegnanti  Triolo, Coronati e Albanese, insieme all’impiegata dell’Ufficio ARO del comune stefanese, Daniela Lanza, al coordinatore del servizio Santo Patti e all’assessore all’Ecologia ed all’Ambiente, Santo Rampulla, si è recata, nei giorni scorsi, in visita presso l’impianto di stoccaggio di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi di Cammarata, in provincia di Agrigento, di proprietà della ditta Traina, gestore del servizio raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani della Città delle ceramiche.

Visitando la piattaforma per lo stoccaggio e la trasferenza di rifiuti solidi urbani, l’impianto di trito-vagliatura, stoccaggio, cernita e assemblaggio di rifiuti solidi urbani assimilabili e speciali, gli alunni ed insegnanti hanno avuto modo di toccare con mano le fasi successive alla raccolta differenziata e, al tempo stesso, rendersi conto di come e quanto sia importante, al fine di facilitare le fasi successive di lavorazione effettuate in modo pedissequo e puntuale, l’attività domestica di smaltimento e conferimento dei rifiuti.

L’iniziativa, promossa dall’Amministrazione comunale, si inquadra nel contesto di un’ampia attività di sensibilizzazione ambientale che già, dallo scorso anno, vede protagonista la scuola media “Ciro Michele Esposito” la quale promuove ed educa i propri allievi alla buona e corretta raccolta differenziata, al fine di migliorare le percentuali raggiunte che, in aggiunta, determinano condizioni di risparmio ottimale per la comunità e salvaguardano l’ambiente.

 

Leggi anche:  Castel di Lucio, Comune aderisce alla Consulta dei Nebrodi