Al via l’attivazione dei tirocini estivi previsti dall’ordinamento regionale e nazionale per i ragazzi dell’Istituto d’Istruzione Superiore “A. Manzoni” di Mistretta realizzati in collaborazione con il Centro per l’Impiego di Santo Stefano di Camastra e le aziende del territorio dei Comuni di Caronia, Motta d’Affermo, Pettineo, Santo Stefano di Camastra e Tusa. L’iniziativa, che è alla sua prima edizione, nasce per mitigare la dispersione scolastica, favorire la socializzazione al lavoro, l’orientamento professionale e anche il sostegno all’occupazione giovanile.

Il progetto, rivolto a studenti che hanno compiuto i sedici anni, regolarmente iscritti e frequentanti i corsi dell’Istituto d’Istruzione Superiore Alessandro Manzoni di Mistretta, è stato fortemente voluto dal dirigente del CPI di S. Stefano di Camastra, Massimo Floridia, che agisce nel territorio su input del Dirigente Provinciale, Santi Trovato, con il pieno coinvolgimento della Dirigente reggente dell’Istituto d’Istruzione “A. Manzoni” di Mistretta, Antonietta Amoroso, con la quale è stato costituito un sodalizio istituzionale a largo raggio anche in considerazione che l’Istituto comprende una varietà di indirizzi di studio di notevole respiro (Licei Classico e Scientifico, Istituti Tecnici per Turistico e Agrario e Istituto Professionale Statale Alberghiero e di Ristorazione), con un notevole coinvolgimento del corpo docente, per l’individuazione degli studenti, dei Responsabili di Plesso e dei Responsabili Amministrativi, per la definizione delle formalità necessarie all’avvio di questa prima esperienza formativa.

La formalizzazione della realizzazione dei tirocini avrà luogo lunedì 8 luglio presso la sede del CPI di S. Stefano di Camastra. L’intesa tra queste due istituzioni è in atto ormai da anni e dopo tanti significativi percorsi di orientamento a favore degli alunni si è giunti alla realizzazione dei tirocini estivi che non sono vincolati al percorso di studi; al contrario, sarà ritenuta positiva l’esperienza di un giovane che sta formandosi al Liceo e che si è avvicinato, per esempio, a un lavoro manuale. Il progetto punta proprio a offrire delle occasioni per mettersi alla prova e anche “sporcarsi le mani” in un contesto lavorativo diverso e innovativo che mette i giovani a contatto con il proprio territorio, con il proprio comune, con la propria comunità. Un’occasione preziosa per imparare anche cose nuove, mestieri che si apprendono con l’esperienza, in ossequio al vecchio adagio che recitava “impara l’arte e mettila da parte”.
Per i ragazzi volenterosi, così, sarà davvero difficile rimanere quest’estate “senza nulla da fare”.

Leggi anche:  A Santo Stefano di Camastra va di scena "Buongiorno ceramica"

Gli operatori scolastici e gli studenti hanno incontrato le aziende e i consulenti in occasione del “job cafè” celebratosi lo scorso novembre presso il CPI di S. Stefano. Tale evento, organizzato dal CPI, rientra nel novero delle attività Comunitarie svolte all’interno dell’European Employers’ day e in Italia è stato realizzato per riattivare un confronto con le aziende che compongono il tessuto produttivo del territorio e con i consulenti, quali attori attivi del mercato del lavoro, nella consapevolezza che i livelli occupazionali potranno elevarsi solo attraverso lo sviluppo di tale tessuto produttivo. Tale evento ha consentito, inoltre, la promozione dei tirocini estivi per gli studenti over 16 presso le aziende in grado di stipulare convenzioni con le scuole.

L’Istituto Manzoni, sapientemente guidato dalla Prof.ssa Antonietta Amoroso, ha aderito a tale iniziativa con le delibere autorizzative assunte dagli organi collegiali che hanno previsto il prolungamento del percorso della didattica mediante i tirocini estivi in favore dei ragazzi del triennio dell’Istituto. La scuola ha concordato con le aziende presenti sul territorio le richieste di quei giovani disposti a svolgere le attività previste dal progetto formativo individuale, ad apprendere un mestiere, a scoprire le proprie potenzialità, a diventare parte di un’organizzazione, ad arricchire il curriculum vitae e l’agenda personale dei contatti professionali, insomma, a investire sul proprio futuro!

L’idea di “prendersi cura delle aziende locali” ha creato i presupposti per realizzare una fattiva e proficua collaborazione tra l’istituzione scolastica e il centro per l’impiego: la prima attivandosi con il prolungamento della copertura assicurativa per il periodo estivo e l’attivazione del corso HACCP per i ragazzi impegnati nella ristorazione, il secondo, quale soggetto promotore, che si è fatto quindi carico di intrattenere i rapporti con i genitori degli studenti che sono stati presi in carico attraverso le necessarie registrazioni e di confrontarsi con le aziende per la redazione dei progetti formativi individuali di tirocinio estivo. Il CPI ha quindi proceduto a convocare le parti, per la firma delle convenzioni e dei progetti, che vedranno operativi i nostri studenti presso le aziende del territorio. Le aziende che fin qui si sono rese disponibili per ospitare i ragazzi sono: Bar “Blue Moon” di Motta d’Affermo, Bar “GiòAle” di Pettineo, Ristorante “Antiva” di Caronia, Bar “Porto Marina” di Castel di Tusa e Bar “Revolution” di Caronia. Ai titolari delle aziende va un ringraziamento per la sensibilità fin qui dimostrata; l’auspicio è che questa prima esperienza venga emulata da un sempre maggior numero di aziende del territorio, in un’ottica di accrescimento delle esperienze dei nostri giovani all’interno delle aziende che compongono il nostro tessuto produttivo, in un rinnovato rapporto tra scuola, CPI e imprese.

Leggi anche:  Pettineo, la polizia sequestra carne in un bar