Niente scuole chiuse a Torrenova. Nonostante il Dipartimento regionale per la Protezione Civile abbia diramato per domani un allerta meteo di livello rosso e numerosi Comuni del Messinese abbiano deciso di non mandare gli alunni a scuola, il sindaco di Torrenova, Salvatore Castrovinci, con un post sulla pagina Facebook del Comune, decide di andare controcorrente.

“Desidero scrivere alcune considerazioni in alla chiusura delle scuole – scrive il primo cittadino -. Ogni anno da settembre fino a marzo ricevo da parte della protezione civile da 10 a 15 allerte meteo mensili tra gialle arancioni e rosse se per ogni avviso decidessi di chiudere le scuole i nostri bambini frequenterebbero la scuola 6 volte al mese.Penso che il dovere di ogni amministrazione sia quello di prevenire e lavorare per la sicurezza dei cittadini con il controllo delle saie, dei torrenti (competenza non comunale), degli sbocchi a mare e con un controllo costante degli edifici scolastici. Purtroppo molte volte anche facendo prevenzione e lavori concreti gli eventi atmosferici provocano danni che non si possono fronteggiare nonostante tutti i nostri sforzi. Non ho mai firmato un’ordinanza di chiusura scuola per allerta anche perché negli anni ci siamo trovati a fronteggiare eventi atmosferici, senza alcuna allerta meteo preventiva. Chi amministra ha il compito di prendere delle decisioni importanti e nella consapevolezza di aver sempre lavorato per la sicurezza dei miei cittadini non mi sento di negare la fruizione delle scuole per delle allerte che ormai sono diventate con cadenza quasi giornaliera.Voglio sottolineare che ogni comune ha una sua storia e se i miei colleghi hanno deciso per la chiusura delle scuole avranno le loro buone ragioni e condivido e rispetto le loro scelte anche perché mi sento di dire che oggi i sindaci meritano un applauso a prescindere dal loro operato perché vi assicuro che sono più gli oneri che gli onori. Concludo dicendo che non escludo in futuro una chiusura delle scuole per allerta meteo ma nel caso in cui non ci siano le condizioni di sicurezza per i nostri bambini che per noi viene prima di qualsiasi situazione. Le mie figlie frequentano le scuole del nostro Comune” – conclude il sindaco.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il sindaco di Rocca di Caprileone, Filippo Borrello che afferma: Domani mattina le nostre scuole saranno aperte. L’allerta meteo nella zona A prosegue ma la perturbazione risulta in attenuazione. Credo comunque doveroso fare delle precisazioni.  I problemi atmosferici di maggior rilievo riguardano la fascia ionica, e la giornata di oggi lo ha dimostrato, ma ovviamente, non potendo spezzettare ulteriormente le aree contrassegnate, il dipartimento estende l’allerta a tutta la Zona A della quale il nostro comune si trova proprio al margine nella direzione opposta. Inoltre, come già abbiamo avuto modo di precisare, i nostri istituti scolastici e il quartiere in cui si trovano non presentano particolari criticità. Si è ritenuto pertanto, anche in virtù dell’esigenza di non far perdere ai nostri alunni troppi preziosi giorni di lezione, di aprire regolarmente le scuole domani mattina.  Oggi pomeriggio ci siamo confrontati con i colleghi sindaci della zona e abbiamo condiviso questa scelta e le relative considerazioni. Ovviamente, pur non nutrendo particolari preoccupazioni, il personale comunale e l’amministrazione sorveglieranno la situazione per adottare qualsiasi provvedimento si dovesse rendere necessario”.

Leggi anche:  Una buona Levante Torrenova battuta al PalaPoggetti di Cecina